Numero 1 WTA, chi verrà dopo Barty? Duello Swiatek-Sakkari e non solo

Iga Swiatek e Maria Sakkari non lo sapevano, ma nella finale di Indian Wells non hanno conquistato entrambe il posto numero 2 della classifica WTA. L’annuncio dell’aggiunta al tennis di Ashleigh Barty l’ha resa infatti la principale candidata a prendere il posto in vetta alla classifica.

Il posto di Barty non è così semplice da ereditare. L’australiano ha vinto 22 delle ultime 23 partite contro la Top 30, 17 delle ultime 18 contro la Top-20 e 12 delle ultime 13 contro la Top 10. Quest’anno è imbattuta, l’anno scorso è salito solo cinque sconfitte in parte complete, Ritiri a parte. È stato il diciannovesimo anno dalla fine di ottobre 2019 ed è il numero 1 al mondo per il 113esimo diciassettesimo, quarto anno consecutivo.

Il circuito WTA, caratterizzato dall’accresciuta incertezza nel singolo match e nel torneo, conferisce equilibrio competitivo e oscillazione al vertice nella singola tappa e nell’arco dei più anni, ci sarà una fase complessiva in ulteriore valutazione. In un anno è cambiato sia al vertice. Attuali giocatrici dopo le prime 10 al mondo, solo Aryna Sabalenka e Karolina Pliskova erano nella Top 10 anche prima della WTA di Miami 2021. Swiatek infatti ha iniziato la WTA 1000 dalla Florida al numero 15, Gabriñe Muguruza al numero 13, Maria Sakkari è stata numero 25, Anett Kontaveit 24, Ons Jabeur 30, Barbora Krejcikova 39, Paula Badosa numero 71.

L’addio dell’australiana metterà alla prova le ambizioni più subito di Swiatek e Sakkari, di Paula Badosa e Aryna Sabalenka, e quelle future di Emma Raducanu, Cori Gauff o Emma Raducanu. Senza lo dirò a Naomi Osaka, che potrebbe anche leggere la voglia di rimettersi alla prova e giocare “a tempo pieno” per riprendersi il posto numero 1.

Add Comment