F1 | Anteprima mondiale 2022, Alfa Romeo | P300.es

Segui l’antepremium del team Alfa Romeo per il mondiale di F1 2022

L’Alfa Romeo è la squadra che più di tutti è cambiata per quanto governa la sua formazione. Dopo salutato Kimi Raikkonen (ritirato ed ora impregnato in MXGP) e Antonio Giovinazzi (o terzo pilota Ferrari e in Formula E con Dragon Penske), a Hinwil sono arrivati ​​​​​​Valtteri Bottas e Guanyu Zhou.

Il C42, il monoposto del 2022 della squadra svizzera, è passato per la prima volta a Fiorano con una livrea camouflage, la stessa utilizzata poi nella prima teste de Barcellona. Per vedere il libro definitivo, infatti, è necessario assistere alla successiva domenica alla prima tre giorni di sonda collettiva, quando l’équipe ha rivelato la colorazione della nuova monoposto.

La C42, è una di quelle che mi ha alleviato i problemi tecnici durante i test invernali, soprattutto nella prima sessione di Barcellona una volta, in tre anni, Bottas e Zhou hanno percorso solo 818 chilometri, solo Haas (748). Il team Elvetic è ben rappresentato nella tre giorni di Sakhir, e il quarto team fa km con 1.856 km, guidato da Mercedes, AlphaTauri e Ferrari.

Bottas, dopo l’esperienza quinquennale del team di Lewis Hamilton in Mercedes, ha cambiato vita spaccando il punto di riferimento del team Svizzero, il cui obiettivo è quello di far ridere la classifica dell’ultima tappa, che non ha visto tutta il tempo bassa della classifica. Vasseur impone a Bottas una fiducia a cui attende il compito di aiutare, con la sua esperienza, lo sviluppo della nuova C42.

Guanyu Zhou è l’unico esordiente di questa tappa e arriva in Formula 1 con un’ombra inombrante del pilota pagato Dietro di Lui, la sua scia delle polemiche nostrane per aver rilevato il sedile di Giovinazzi. Il primo pilota del Circus ha gareggiato faticosamente per dimostrare che varrà un posto in Formula 1 durante il primo anno in pista, considerato il fatto di essere dopo il terzo posto alle spalle di Oscar Piastri e Robert Shwartzman nello scorso campionato di F2 ma ho trovato un posto da titolare contrariamente all’australiano, al terzo momento piloti alpini e russi.

Con il revamping del regolamento tecnico, l’obiettivo dell’Alfa Romeo è che non rida alla classifica dell’ultima tappa, spostandosi sempre in secondo piano rispetto al gruppo con tante presenze all’epoca. La formazione è completamente nuova, con l’esperienza di Bo su quale punta molto il team e la novità di Zhou, sarà da valutare dopo qualche gara.

Immaginare: Media Alfa Romeo

Add Comment