Pallavolo. I ragazzi del Cus Bologna si qualificano per i CNU — UniboMagazine

Illinois Cus Bologna strapazza anche il Cus Ferrara – 3-0 (25-15, 25-18, 25-23) – e se ti qualifichi per la fase finale dei Campionati Nazionali Universitari in programma a maggio a Cassino.

Un altro passo avanti per lo sport universitario, soprattutto nella pallavolo maschileha potuto dire il suo dovuto eccellente reddito. Figura dello staff internazionale che ha accolto con orgoglio l’idea di diffondere l’onore e il prestigio dell’Università di Bologna. Allenatore, Claudio Ribellie il direttore tecnico, Andrea Brogioninon hanno bisogno di presentazioni: le loro esperienze a livello nazionale e internazionale sono un biglietto da visita e una garanzia per il team universitario che potrebbe raccontare la loro competizione assoluta.

Claudio e Brogio rappresentano dovuto valore aggiunto, un salto di qualità per una rosa, quella del pallavolo maschile, che vorrebbe ripetere l’esperienza delle ragazze che, nel 2019, a Lodz, sono salite sul tetto d’Europa. Il progetto dell’Università e del Cus Bologna parte da lontano, la mia idea è che il diritto di coronare questo sogno in poco tempo.

“La festa con il Cus Ferrara – racconta rivoli – è andata via veloce. Forse pensavamo che sarebbe stato più difficile. Invece siamo sempre stati avanti nel punteggio e, soprattutto, in controllo. Ci siamo qualificati per le finali. Difficile dire cosa fare perché tutti, alla fine, partenno per vincere. Noi abbiamo creato una bella rosa, ben amalgamata, beh se lo sapete bene. Forse non abbiamo delle stelle assolute, ma possiamo dire che è un complessivo livello di eccellenza e un grande equilibrio”.

Mantieni il futuro fiducioso e ottimista, Claudio. “Credo che il nostro direttore tecnico sia già alla ricerca di eventuali rinforzi. Di atleti magari che siano sfuggiti dai nostri radar. Comunque, Sono molto felice di riempire un gruppo di ragazzi che sono anche amici. Inoltre come accordo con la Direzione Sportiva sarà un lavoro di avanzamento al CNU che sarà fondamentale per livello tattico e per cementare lo spirito del gruppo”.

Soddisfatto dolore Andrea Brogioni. “Le sensazioni sono positive perché, almeno sulla carta, la sfida era difficile, come tutte le gare inside o fuori. Mi sento molto voglia di partecipare, di esserci. Vedo tanto entusiasmo. Abbiamo uno staff di prim’ordine. Ovviamente Claudio Rifelli ha sempre fatto bene ovunque abbia allenato, ma ache le persone che gli sono attorno sono di valore”.

Resta da capire cosa potrà unirò la squadra a Cassino. “Iniziamo con il dire che esserci sarà bello. Poi ci saranno tante variabili. Siamo contenti perché per questa avventura sono stati 26 i ragazzi che compito da scegliere. E chi non è riuscito a comer, per input della sua società, ha mandato a comunicare bellissimi messaggi. Vedi, dai chi a Cassino, ci sarà la possibilità di migliorare ancora il gruppo. Finché arrivo a Cassino è un buon punto di partenza per un gruppo che dimostra di essere orgogliosamente legato all’Università di Bologna”.

La squadra di Cus Bologna era compost da Luca Gerardi (Scienze motorie), Samuel Frascio (Statistiche), Pietro Poloni (Medicinale), Matteo Baroni (Scienze motorie), marcello marcoionni (Agrario), Saverio Falli (Ingegneria), Lorenzo D’Orio (Scienze motorie), Fabio Pieroni (Scienze motorie), Stefano Bonatesta (Filosofia), Matteo Mazzotti (Scienze Motorie) e Matteo Carigi (Ingegneria).

Add Comment