Le Zebre Rugby accolgono 49 ucraini: «Dimostriamo di essere una grande famiglia»

Quando sport, amicizia e solidarietà si contrano il risultato non può che essere positivo ed è proprio la fusione di questi tre elementi che ha permesso il bene della missione della squadra di rugby delle Zebre, in cammino verso il popolo ucraino.

Il franchising con sede a Parmainfatti, se è attivato di per sé arriva a città 49 cittadini della capitale, familiari o amici di giocatori della squadra di rugby RC Polytechnic kyiv.

contenuto di instagram

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito da cui proviene.

Ma per raccontare questa piccola storia a leto fine che ha dato la possibilità a molte persone di sfuggire ai bombardamenti dovuti all’invasione ucraina parte dell’esercito russo, è necesario riavvolgere il nastro della narrazione.

Tutto è nato regala una birra in compagnia

A partire da ottobre 2021 un rugbista ucraino, Andriy Dutko, se è stato attento a guardare una partita delle Zebree trovare giocatori e leader durante il classico post-garage Third Tempo, davanti a una birra ha raccontato della sua squadra, l’Kiev Politecnico RC.

Da quel contro è crema un’amicizia e una comunione di intenti, ora era stata pensata con lo scopo di realizzare sportivi e ludici eventi tra le due formazioni e le rispettive Famiglia, vedendo l’emergenza se fosse presto in un’altra.

«All’altezza dell’epoca parlandoto del fatto che in Ukraine ci grandi atleti con un enorme potenziale tecnico, limitazione di un movimento non rugbistico», spiega il presidente del club, Michel Dalai, «Ci ​​stiamo organizzando farli come qui a fare esperienze inerenti allo sport, non saremmo mai aspettati che siamo arrivati ​​​​in più drammatico mode».

Ucraina – Italia: il lungo viaggio della speranza

Alla luce del fatto che ti cucino nelle ultime settimane siano radicalmente cambiati nel Paese dell’RC Polytechnic kyiv, la dirigenza del club italiano ha deciso di attivarsiMettendosi in contatto con Andriy e tramite lui, che nel frattempo aveva già lasciato kyiv con la familia per directersi verso la Romania, con altri giocatori della squadra, offrendondosi di portarli in Italia.

Add Comment