Dybala all’Inter: l’agente contro Marotta

Dybala tutti’Seppellire non è più un suggerimento, ma un progetto concreto. Perche Beppe Marotta e io trafiggo aiuto hanno contratto in gran segreto Jorge Antun, procuratore della Joya, per esprimere l’interesse nerazzurro per il suo datore di lavoro. Un atto dovuto, dopo il divorzio sancito unilateralmente dalla Juventus. Le parti non sono entrate in profondità sull’aspetto economico dell’affare. All’Inter, oltre un’iscrizione ufficiale alla corsa sull’argentino, interessa capire quali erano le tempistiche gradite da Dybala. E dalla controparte c’è una risposta che può considerarsi favorevole per i nerazzurri: l’argentino non ha fretta di trovare squadra. Questo è un puro vantaggio per Marotta e Help, visto che sono responsabile dell’area tecnica del capire capire in primis qual è il budget a disposizione di Suning (non se devo pensare che se vado avanti con l’autofinanziamento), inoltre devono focalizzare per bene quali siano le necessità di Simone Inzaghi sul mercato. Anche per questo puro l’Inter non ha fretta. Un altro motivo per cui questa strategia è legato alla convinzione che Dybala, con il tempo, abbasserà le pretese economiche o, quanto meno, sarà più malleabile sulle condizioni accessorie del contratto (ovvero i bonus). Marotta e Ausilio Peraltro erano perfettamente consapevoli del fatto che il reddito di Dybala alla Juve era di 7,3 milioni (bonus compressione) e che l’accordo per il figlio (mai però ratato) era stato trovato sulla base di 8 milioni più 2 di cugino.

salva la galleria

Juve, da Baggio a Dybala: tutti i numeri 10 dagli anni ’90 ad oggi

Add Comment