“Il motomondiale non mi manca. Biaggi? Ci siamo riavvicinati”

ROMA- Valentino Rossi, dopo il ritiro dalla MotoGP, ha iniziato una nuova vita. Letteralmente, vista la nascita, proprio il giorno d’inizio della stagione 2022 del motomondiale, della figura di Giulietta. Sono tornato in ospedale il sabato mattina e ho guardato L’ho provato con Giulietta in braccio“, ha spiegato nell’intervista rilasciata a Il Giornale. Un evento, la nascita della figlia, che gli ha permesso ache di riavvicinarsi con vecchi rivali: “Stoner mi chiede della bambina, ci siamo ache visti. E mio figlio persino riavvicinato Max Biaggi, prego ci salutiamo, parliamo bene l’uno dell’altro. Io non ero nessuno e lui è stato il numero uno in Italia e uno dei più forti al mondo e ho iniziato a rompgli le scatole. Ero una carogna (passeggiata). Ma adesso tutto è passato, ci siamo riavvicinati. Questo è un bellissimo rivale sportivo“, Spiegando ricordando gli inizi.

La nuova avventura sportiva

Il Dottore è ormai prossimo al debutto nella Fanatec GT WCE, con la premiere che si terrà nel weekend dal 1 al 3 aprile a bordo dell’Audi R8 GT3 a Imola. “Restare a casa senza far nulla sarebbe stato devastante dopo 26 anni. Sono curioso di vedere cosa riuscirò a fare… In fondo io nasco come pilota di auto, ero sui kart da child, poi sono passato alle moto. fortunatamente“. In programma, ma, oltre a un ritorno ai box della MotoGP previsto al Mugello, ha indagato sul titolare del team Mooney VR46: “Sarà un po’ difficile, perché devono metteremi da qualche parte, non posso stare senza fare nulla“.

Add Comment