Juve, missione brasiliana di Antony. Ma c’è la fila per il talento dell’Ajax

TORINO – Non che gli uccelli abbiano bisogno di andare in Brasile, i juventinoper scoprire le qualità di Antony Matheus dos Santos, per gli amici (e appassionati) più semplicemente antonio: mancino offensivo sterno che ormai da due stagioni (e 122 presenze e 27 gol) tanto bene questo facendo con la maglia dell’Aiace sia nelle competizioni di casa sia in quelle internazionali. Basti dirà che ha vinto uno scudetto e una Coppa dei Paesi Bassi e che il suo euro-bilancio è fatto di 15 presenze e 3 gol (tutti in Champions).

La missione di Tognozzi

Non che fosse nuovo a camminare in Brasile, alla Juventus, per le qualità di Antony Matheus dos Santos. Però… Numero uno: prima di fare certi investimenti, non guasta una sbirciatina anche in concorsi diversi. Numero 2: se so che un giocatore non si fa vedere, devo solo studiarlo, ma anche mostrare un certo livello di interesse. Fargli sentirà quanto funziona per il progetto. E en questo senso la storia del mercato bianconero degli ultimi 10 anni è ricca di missioni fatte – a volte dallo stesso Fabio Paratici, ora ds del Tottenham – per ara a conoscere i genitori di potenziali obiettivi di mercato. Stupisce poco e niente, dunque, il fatto che dai brasiliani ambiente del mercato filtrine calcio conferma il suo fatto che: sì, anche la Juventus è la sua traccia di Antony, a maggior ragione dopo la missione in Sud America dei giorni scorsi di Matteo Tognozzicapo scout e braccio destro del ds Federico Cherubini. Alla Continassa vogliono giocare le proprie possibilità in una partita che pure si annuncia assai combattuta. Ben più combattuta, per intendersi, da 4-0 con cui il Brasile venerdì scorso ha battuto il Cile sotto gli occhi degli emissari bianconeri. Antony ha mostrato un grande interesse per Danilo: terzino (nonché leader) bianconero ed esterno offensivo papabile bianconero ha formato la catena di destra in un 4-2-3-1 molto simile al progetto tattico che potrebbe reggere la prossima squadra di Massimiliano felice (…)

il cifrario

(…) Juventus sa infatti che cripta saranno tutt’altro che scontate. L’Ajax di saldi non ne fa, anzi. E sull’attaccante brasiliano ci sono ache il Manchester City e il bavarese. Se perdi la tua quota 60-70 milioni di euroVieni minimo. Ma con Vlahovic la Juve ci ha dato uno spiraglio di stupire. Antonio se lo mette in testa a un elenco ricco e variegato di opzioni, stilata dal responsabile del mercato bianconero Cherubini nell’ottica di 4-2-3-1 o 4-3-3 bravo a segnare alti in campionati e in Campioni (…)

Tutti gli approfondimenti sull’edizione di Tuttosport

salva la galleria

Juve, non solo Frattesi: gli altri obiettivi per il centrocampo

Add Comment