“Una gara disastrosa! Ho da tutto, ma più di così non potevo fare…” – OA Sport

Fabio Quartararo se ha fatto bella figura al Mondiale MotoGP 2022, quello al quale si approcciava da champion del mondo in carica. Ma, come aveva già rivelato dopo i test pre-stagionali di Mandalika e Sepang, la sua Yamaha non è minimamente pronta a gareggiare ai piani alti.

Il nativo di Nizza aveva già fatto suonare i campanelli d’allarme nella sessione di test invernali, li aveva ribaditi ieri al termine delle qualifiche (l’ho visto in quarta fila) e oggi sono deflagrati al termine di un box che ha visto il soprannominato pilota “The Devil” anonimo di quel che spettatore accadeva davanti a lui.

Nazioni unite nessun post finale (Anche dalla caduta di Francesco Bagnaia e Jorge Martin) che dà tanti doppiaggi alla classe 1999 e, soprattutto, una morale davvero sotto i tacchi. La conferma arriva direttamente dalle sue parole rilasciate a Sky Sport: “E’ stato tutto molto difficile. Già abbiamo tanti problemi di nostro, come la potenza del motore che non è par a quella dei rivali, ma oggi dopo soli 2 giri avevo già difficoltà alla gomma anteriore. Un disastro. Io, alla fin, sono stato in grade di dare il mio 100%, ma davvero non potevo fare di più”.

MotoGP, fantastico Enea Bastianini: vittoria del campione in Qatar al Ricordo di Fausto Gresini. fuori bagnaia

Il transalpino prosegue con la sua meravigliosa analisi: “Non avevo ritmo nelle fasi finali, senza grip nelle gomme è davvero difficile proseguire. Anche un anno prima contrassi questo problema a Lusail, quando il mio trovavo in mezzo al traffico all’ottavo o nono posto, ma rispetto al 2021 posso dire che abbiamo fatto un passo indietro. Anche quando era solo non reattivo a spingere, non avevo grip e non reattivo nemmeno a fare prima la bici in laddove curva, solo, fa la differenza”.

Credito: MotoGP.com Stampa

Add Comment