“Mai una lamentela”. Poi il ricordo di Napoli

edy Grigliaex riempitivo di Napoli e attuale ct dell’albaneseSono intervenuto nel corso del “Sport di Marte Abitare” la sua Radio martedì Colomba ha parlato dell’Italia e della corsa allo scudetto del Napoli. Queste le sue parole:

Italia? Ci siamo rimasti tutti maschi, più per le partite di prima che per la Macedonia. Magari si è appagati quando fai risultati come quelli degli azzurri all’Europeo. Situazione particolarmente dolorosa per tutto il movimento calcistico”.

Atalanta? Gioca bene fisicamente ma è anche tatticamente forte, con il modo in cui si preoccupa di stravolgere il limite a tutti. Anche se vivrò a Napoli, l’assenza di Osimhen mi peserà sicuramente troppo giovane e andrò avanti. Insigne e Mertens possono sicuramente fare male. Verrà fuori di sicuro una bella partita ma il Napoli ha bisogno di fare risultato”.

Luis Muriel, Amir Rrahmani e Giovanni Di Lorenzo, Napoli-Atalanta

Spalletti? L’ho ammirato molto perché non si è mai lamentato, facendo giocare tutti. Hanno formato una bella rosa e tutti se si sono sentiti coinvolti nel progetto. Da questo punto di vista, lui è un’artista, serve avere la convinzione di andare lì e fare battaglia all’Atalanta, ogni partita fa storia a sé”.

Scudetto al Napoli? Vedo quattro squadroni, sicuramente gli azzurri non hanno alcuna opportunità. Il problema è che la squadra ha perso punti con Empoli e Spezia, quelle partite che non puoi sbagliare. Ho nostalgia di Napoli, devo tornare perché purtroppo manco da due anni. Kravatshkelia? Il mio seme è molto forte”.

Add Comment