“Napoli? Giuntoli mi ha chiamato. Sua Insigne ha detto una cosa”

alessio zerbintalento posseduto da Napoli attualmente in prestito FrosinoneÈ uno dei calciatori che di più se sta affrontando il campionato di Serie B. L’ex attaccante della Pro Vercelli è aperto al microfono di Spogliatoio Chronocheaffrontando anche l’argomento futuro.

Zerbin Frosinone

Zerbin: “Da piccolo tifavo Inter. Giuntoli mi ha chiamato”

L’ho seguito dichiarazioni del futuro attaccante azzurro ai microfoni di Spogliatoio Chronoche:

La mia infanzia? Da piccolo tifavo Inter. Quando la squadra perdeva cercavo scuse per non andare a scuola. Ho giocato nelle giovanili nerazzurre, ma poi stato sonoro scartato e ho iniziato a giocare in Prima, in mezzo al fango. Questo per me è sinonimo di sacrificio“.

Il Napoli? Giuntoli mi ha chiamato per farmi i complementi dopo il segnato gol al Pisa. Tanto che ha, me l’ha fatto vedere prima ea causa di ritiri con Ancelotti e Gattuso. Un giorno, dopo una partitella persa, mi hanno fatto buttare in una pozzanghera per punizione. Insigne mi ha prigioniero pallonate. Forte forte lui ma i paragoni tra noi non hanno senso. Tanto che sono in prestito, che a fine anno discutere del mio futuro e che gioco nel suo ruolo, mama Insigne è Insigne. Semplicemente la storia del Napoli. Mertens ha riempito finemente la mia dava e le ha fatto mangiare il calcio. «Prendi il pallone così, metila così. Mi è servito molto”.

Io italiano Giovanni? Ho giocato con Scamaccase devo scommettere su un giovane faccio il suo nome. Io ho 23 anni e non mi reputo racconto. I giovani, per me, sono i 2002 ei 2003: prego però voglio arrivare a Alto“.

Add Comment