Osaka: “Kyrgios? È come mio fratello, siamo uguali in tanti aspetti per cosa sentita in campo”

Sorprendente dichiarazione dell’ex n.1 Naomi Osaka in diffidenza di Nick Kyrgios. I giapponesi non hanno parlato dell’ultima fatalità che ha visto protagonista l’australiana nella sua sconfitta contro Sinner, ma sento che il problema di Nick era assai affini ai suoi. Tanto per cominciare, la gestione della pressione e della risposta è un importante davvero peso, a volte insostenibile. Nel frattempo non hanno parlato apertamente del proprio problema mentale, e non hanno parlato troppo insieme.

“Quando sarò in tournée con gli uomini, il mio cuore verrà a salvarlo, ho pensato che avrei mangiato mio fratello, quanto mi sentivo sul campo e come ci relazionavamo con la risposta esterna”.

“Non so se vuole che ne parli anche io, ma dopo gli US Open siamo entrati in contatto. Per me è stato molto interessante perché non speravo di poter davvero capire come fosse la sua vera personalità. Ma direi che è un bravo ragazzo, molto educato e abbiamo parlato di queste cose, ma non in modo profondo, un po’ più a generale livello. Penso sempre che il suo comportamento sia quello di chiunque non rischi di gestire la pressione, che se lo sento un po’ sopraffatto, e il mio rapporto è molto forte con quel sentimento”.

“Ma ha pensato che lo canalizziamo in modi divertenti. Sento che anche lui ha avuto molte responsabilità e pressioni, per la sua gente, proveniente dal suo campo di discarica, ha avuto molti ragazzi per tenerlo. Ho pensato che se un po’ mangi una monetina, con due lati divertimento”.

Add Comment