«Gli sponsor non investono, ragazzi cercate all’estero»- Corriere.it

hanno dato Rinaldo Frignani

L’ex Alfa Romeo in Formula 1, oltre a forza alla Dragon Penske, la persona più attesa per le elettriche due gare romane della formula, il 9 e 10 prossimi sul circuito dell’Eur

Nessun pilota italiano in Formula 1, uno solo in Formula E. Se tratta Antonio Giovinazzi, 28 anni, di Martina Franca, residente a Montecarlo, ex Alfa Romeo Racing, si unisce al team Dragon Penske. Annunciato protagonista del prossimo Eprix di Roma in due tappe, il 9 e 10 aprile prossimi sul circuito dell’Eur. Quello della mancanza dei piloti italiani fra i top driver a problem da tempo: si vede soprattutto dai primi passi, dal mondo dei go kart. Soprattutto un problema dello sponsor italiano che non ha investito capitali e per la famiglia dei go kart a costo. I am talented per – Giovinazzi own spiega – e quindi il mio consiglio di non rinunciare mai ai sogni e di insistere con determinazione: io ho trovato gli sponsor fuori dall’Italia, in Indonesia, dove ho iniziato la carriera. Bisogna crederci sempre.

Fino ad oggi Giovinazzi ha potuto provare il circuito dell’Eur liberamente al simulatore. C’ una grande attesa a scendere in pista, soprattutto perché ci sar il pubblico in tribuna – Sottolinea il pilota pugliese -, un circuito cittadino e quindi molto spettacolare, completo, che non perdona gli errori. Non ci sono punti particolari dove vincere: a Difference della Formula One, dove sui circuiti sono alcune situazioni dove poter attaccare e sorpassare gli avversari, in Formula E, e ache sulla di Roma, yes pu fare in qualsiasi punto del tracciato. Tutto pu succedere, ed quello che mi piace di questa especialit in cui spero di migliorarmi sempre di pi. Non ho mai avuto pregiudizi nei confronti di esta categoria, anzi. Ho fatto le prime tre partite del campionato che non sono state facili, e mi sono anche sentito presto a competere in una serie molto difficile, con piloti che sono stati incoronati per sette anni.

Al suo eventuale ritorno in Formula 1 (se parlava con me se dessi una possibilità con il team Haas) ha aggiunto con l’arrivo in Alfa del cugino del pilota cinese Guanyu Zhou, Giovinazzi spiega ancora: Penso poco al passato e al futuro, mio ​​piace di pi il presente. Senza il presente non c’futuro. Il mio focus è su quello che sto facendo, farò bene in Formula E: farò bene in un altro campionato, altro in F1, vieni in GP2, in F3 e Dtm, allora possono diventare un pilota più completo e il futuro può essere migliore.

14 marzo 2022 (modificato il 14 marzo 2022 | 16:01)

Add Comment