Italian Bicycle Festival, dal 9 all’11 settembre sul Circuito di Misano Adriatico

La quinta edizione dal 9 all’11 settembre: un vero salone alternativo della bicicletta e della mobilità, con 80mila metri quadrati a disposizione. Se punta a superare i 30mila visitatori. Nel 2021 l’impatto economico è di oltre cinque milioni di euro. L’ex ct Cassani: “Coinvolti i vari consorzi dell’ambito enogastronomico”. Concentrati sul ciclismo

Non un semplice evento espositivo, ma un vero e proprio salone alternativo di bicicletta e mobilità. La quinta edizione dell’Italian Bike Festival, presenta il circuito motociclistico di Misano Adriatico: se sarà dal 9 all’11 settembre e ci sarà sempre una tregua internazionale. Cresce cioè la sponenziale, che se sarà iscritta fin dall’esordio del 2018, l’organizzazione dell’IBF definirà una nuova location: il Misano Word Circuit. Andrea Albani, direttore del circuito, afferma: “Italian Bike Festival sarà un successo straordinario. sembro convinto. Conosco bene la dimostrazione, sono certo che la collocazione negli spazi aperti e controllati di un circuito incorniciato dal mare e dalla splendida Valconca rappresenti un elemento vincente. Qui al “Simoncelli” se ha la sua energia tutto il giorno, ma anche innovazione e talento. E poi l’ambiente racing trasmetterà ulteriore passione ai partecipanti alle Granfondo”.

il cifrario I dati preventivi del 2022 evidenziano il percorso di crescita de IBF: nata nel 2018 come evento dedicato esclusivamente al pubblico consumatore, la manifestazione è superata dai 20mila visitatori registrati della prima edizione ai 30mil del 2021. “Il nostro evento genera una ricchezza importante sul territorio, testimone dell’elaborazione di Trademark Italy da parte dell’Osservatorio sul Turismo dell’Emilia-Romagna – commenta Fabrizio Ravasio di Taking Off, società organizzatrice dell’Italian Bike Festival –. L’edizione 2021 di IBF genera un impatto economico sul territorio di 5.130.000 euro, che è un altro terzo prodotto del sistema ospedaliero, B&B e appartamenti”. E poi la portata e il valore dell’Expo: “E’ nella prima edizione che c’è un centenario gli espositori che ci hanno data fiducia, a oggi abbiamo già avuto conferme da oltre 400 brand italiani e stranieri – underground Francesco Ferrario di Taking Spento -. IBF si presenta come punto di riferimento anche per l’inserimento lavorativo e professionale”.

Il luogo Ad accoglerli saranno gli oltre 80mila metri quadrati del Misano World Circuit: 50mila dell’area espositiva e 30mila dedicata a prove e iniziative collaterali. Le migliaia di persone che riceveranno all’evento potranno anche percorrere le Ecovie che sono state allestite ei percorsi proposti dall’organizaizzazione.

iniziazione Giovedì 8 settembre, la manifestazione ospitata dagli Stati Generali della Bicicletta: “Un evento in cui abbiamo avuto molto – ha sottolineato Lucrezia Sacchi di Taking Off –. Abbiamo l’obiettivo di redigere un documento ufficiale, rivolto al Governo, in cui in estate riassunti quattro argomenti chiave: Bike Economy, Smart City, Lifestyle e Sport”. “Che la manifestazione vedrà la collaborazione di diversi consorzi dell’ambito enogastronomico e territoriale, che consentiranno il turismo sotterraneo e il valore culturale del territorio che lo ospita – secondo l’ex Davide Cassani, presidente di Apt Servizi Emilia-Romagna -. Particolarmente promettente è la collaborazione con gli enti turistici per la diffusione del cicloturismo, che vede in Italia e in Romagna in particolare, il suo podio ideale per un numero crescente di cicloturismo europeo”. Ci sarà un focus particolare sul cicloturismo grazie a IBF-Tourism, la divisione dell’Italian Bike Festival dedicata al viaggio in bicicletta: all’iniziativa saranno dedicati 2mila metri quadrati di area espositiva.

Add Comment