Rivista MTB – | Colledani Vince a Nalles

Per una volta, la Marlene Südtirol Sunshine Race non ha fiducia nel proprio nome: non è l’unico status degli atleti per la 21a edizione dell’Italian Mountain Bike Classic Più Longeva. Al contrario, la pioggia e il freddo hanno messo alla prova sabato 2 aprile i rider delle categorie agonistiche impegnati nella seconda prova di Internazionali d’Italia Series, prima tappa di un weekend che domani, domenica 3 aprile, vedranno impegnate anche la categoria giovanili, per un totale di oltre 800 soci nell’anno.

Una mattina dalla prima giornata del primo turno della Coppa del Mondo 2022 a Petropolis, in Brasile, Nalles ha presentato la tessera al tornasole per la condizione di tanti, magari in stretta alle conferme in questo avvio di stagione. A ripartire da Nalles con le migliori notizie sono stati Nadir Colledani e Mona Mitterwallner, vincitori nella categoria Open di questa edizione numero 21, ma ottime indicazioni sono arrivate anche per Gioele Bertolini, Simone Avondetto e Eva Lechner, ancora sul podio nella gara di casa che è venuto in buone quattro occasioni.

Testate anche nella categoria Juniors, valide per la UCI Junior Series, la Coppa del Mondo nella categoria, hanno offerto punti tecnici ed eventi speciali, ma anche grandi vantaggi per il pubblico di casa, grazie al successo di Sophie Auer al terzo post di Elian Paccagnella nella prova maschile vinta dal francese Magnier.

A San Marino 2019 è arrivata una delle migliori prestazioni di Nadir Colledani (MMR Racing Team) e degli Internazionali d’Italia Series: un secondo posto sotto l’alluvione, alle prese con avversari come Lars Forster e Nino Schurter.

A Nalle 2022, il campione italiano è riuscito a fare anchor meglio, conquistando il cugino gara HC in portante. La costa? La pioggia, che nel pomeriggio del Marlene Südtirol Sunshine Race è tornata ad abbattersi sugli atleti impegnati nella prova Uomini Open, accoppiata a un po’ di temperatura primaverile.

Il favorito della veglia è stato il sudafricano Alan Hatherly (Cannondale Factory Racing), che ha concluso quattro dei sei giri in programma la prova di Nalles aveva proposto un duello al proprio comando fra lui e il campione italiano, è sempre terreno più pesante e insidioso.

Lo stesso Freddo ha deciso il successo del duello: nel quinto round dell’azione di Hatherly, ha cominciato a perdere efficacia, con il sudafricano in chiara sofferenza. Colledani ha insistito una volta solitario fino al traguardo, piacendogli appieno il suo primo successo HC.

Alle sue spalle, con Hatherly scivolato indietro, sono stati altri due italiani a giocarsi le piazze d’onore. Secondo posto su Gioele Bertolini (Trinx Factory Racing, +1.31) autore di una brillante vittoria che gli è valsa alcune tappe sul podio di una vittoria in circuito, conquistando anche la maglia azzurra di leader di categoria .

Terzo posto per Simone Avondetto (Wilier-Pirelli, +1.37), davanti a Gregor Raggl (Brunex Superior Racing) e Filippo Fontana (Carabinieri-Olimpia), nuovo leader degli Internazionali d’Italia Series nella categoria Under 23. Solo sesto per Il sudafricano Hatherly, nelle retrovie Gerhard Kerschbaumer (Specialized Racing Team), segna un giro d’uso nella gara di casa.

“Vincere per la prima volta una gara HC qui a Nalles è una grande soddisfazione per me. Per qualsiasi motivo, quando rischio di sfruttare al meglio le mie possibilità, credo di essere fatto anche la divina scelta delle gomme. Sicuramente è anche una questione di mentalità, aspetto in cui sto crescendo e lavorando tanto. Adesso parte per il Brasile con il morale alto”, ha commentato Colledani a fine gara.

donne

Partendo a favore del pronostico Mona Mitterwallner (Cannondale Factory Racing), e la grande giovane austriaca non hanno partecipato all’Open Donne Gara della Marlene Südtirol Sunshine Race.

Il tirolese ha superato un non-brillantissimo avvio per poi mettersi in luce sul terreno a lei più congeniale, la lunga salita dell’Usignolo. Nella prima tornata if she was once the messa in Luce Eva Lechner (Trinx Factory Racing), vincitrice già in quattro occasioni della gara di Nalles, ma nulla ha potuto contro il ritorno della giovane rivale.

Al termine del secondo giro, Mitterwallner viaggiava con 22 secondi sulla sua Giada Specia (Wilier-Pirelli), brillante ancora dopo il successo di San Zeno, e 28 sulla sua Lechner e la tedesca Leonie Daubermann (KTM Factory Racing Team), a crescere in vantaggio a 1.12 sul terzetto – ormai ricompattatosi – nel turno successivo.

Da quel momento l’atleta austriaco ha proseguito nella gestione, concludendo la fatidica giornata il 33.1.37. Secondo posto di Leonie Daubermann (+1.13.), terzo un sorrisetto di Eva Lechner (+1.40). Con il quarto posto Giada Specia ha confermato la leadership nella classifica generale degli Internazionali d’Italia Series nella categoria Open e Under 23 Donne, cedendo a Giorgia Marchet (Trinx Factory Racing) e oggi quinta.

“Nalles è una ragazza che amo particolarmente, sono felice di essere disposta a venire qui per dimostrare il mio valore all’Elite in Coppa del Mondo in Brasile”, ha commentato Mona Mitterwallner. “Oggi il tracciato è stato difficile e tecnico, ma anche grazie all’ottimo feeling che ho trovato con la nuova moto sono entusiasta di ritrovare la mia gioia”.

“Abbiamo trovato un viaggio davvero difficile, per via della pioggia di ieri”, ha detto Eva Lechner, “Mona è stata troppo forte per tutte, ma io sono really happy della mia prova, di essere tornata sul podio nella gara di casa mia, davanti ai miei amici e tifosi. Sono pronto anche a partire per il Brasile con più fiducia”.

Add Comment