Medvedev se l’operazione di ernia: fuori due mesi

Il circuito perde un altro pesce pregiato. Il numero 2 al mondo salterà presumibilmente tutti i tornei sulla terra: “Lavorerò sodo per tornare il prima possibile”

Il circuito continua a perdere pezzi pregiati: dopo l’ascesa di Djokovic per la buona nota Vicende vaccinali, il costo rotto di Nadal e l’operato di Berrettini, ecco che l’ultimo in ordine di tempo a finire in sala operatoria è Daniil Medvedev.

Il numero 2 del mondo, che ha fallito l’assalto al numero 1 di Djokovic dopo essere stato fermo da Hurkacz nei quarti di finale, ha deciso di operare per un’ernia. Lui stesso lo ha annunciato poco tramite il suo profilo Instagram: “Ciao a tutti – ha scritto -. Negli ultimi mesi ho dovuto giocare con una piccola ernia. Insieme con il mio team abbiamo deciso che è meglio operare. Starò fuori dai campi per a mese o dovuto e manodopera così fate per restituire il più presto possibile. Grazie a tutti per il vostro sostegno”.

Il russo, che nella finale persiana contro Rafa Nadal nel quinto set agli Australian Open, è salito una brutta batosta anche dal punto di vista mentale, ha scalato personalmente il numero 1 conquistato Dubai per via del ko di Djokovic e questa settimana a Miami ha fallito l’occasione per conquistarlo. Il momento dell’operazione coincide con lo swing sul rosso, superficie che è mai troppo amata, se non proprio detestata, dal russo che tornare in tempo per i tornei sull’erba.

Add Comment