notizie, foto e storia dell’umanità golfistica

Lucrezia Colombotto Rosso sul percorso del Terre Blanche Hotel Spa Golf Resort (Foto Philippe Millereau / KMSP)

Ci sono volte quattro buche di playoff ma alla fin Lucrezia Colombotto Rosso ce l’ha fatta. Il 26enne di Torino è arrivato la sua prima gara da professionista. Il successo è arrivato in Francia, a Open femminile di Terre Blanchescerimonia di apertura della stazione LET Access, secondo circuito femminile europeo.

Da Tourrettes l’azzurra torna a casa con uno stanziamento di 6.400 euro (È un montepremi di 40mila) e contata leadership nell’order di merito. Nell’albo d’oro succede a Linn Grant.

Lucrezia Colombotto Rosso se è imposta grazie ad un birdie alla quarta buca di playoff davanti alla tedesca chiara noia dopo aver chiuso con il punteggio di 209 (70 69 70, -7). Un’altalena di emozioni nell’ultimo round, in cui dovrebbe essere protagonista se si alterna continuamente in vetta. La classe 1996, che aveva firmato quattro birdie (l’8, il 9, il 13 e il 15), ha perso terreno a causa di un bogey e di un doppio bogey (il 16 e il 17), dovuto ad import Spareggio grazie ad un birdie alla 18. Ai playoff c’è stato equilibrio per le prime tre buche, ma alla quarta, sempre grazie ad un birdie, è arrivata la victoria.

Buon giro anche per erika martini. Alla prima gara da proette in portante, il classe 2000 è arrivato dodicesimo con 219 (75 75 69, +3). il dilettante sara berelli se è piazzata 26esima con 224 (74 73 77, +8), tra alessia fornara non è riuscita a superare il taglio.

La prossima applicazione del LET Access sarà la Open femminile di Flumserberg (12-14 maggio) al Gams-Werdenberg Golf Club di Gams, in Svizzera.

Lucrecia Colombotto Rosso, chiè

L’azzurra è nata a Torino il 7 marzo 1996. Professionista dal 2016, nel 2019 ha lasciato il terzo posto per la stazione LET Access, vincendo in Inghilterra la gara di qualificazione per lo US Women’s Openil Qualificazione Sezionale Europea.

Lì ha conquistato anche la tessera per il Ladies European Tour. Nel 2020 è protagonista di una buona annata che ha visto per la 24a volta nella “Race to Costa del Sol”, l’ordine di merito del più grande circuito continentale femminile. Per lei anche dovuta Top 10, una delle qualifiche proprie della donne sudafricane (settimo post) e l’altra in Repubblica Ceca al Tipsport donne ceche Aperto (quarto).

Cresciuta con il mito della messicana Lorena Ochoa, nel 2021 ha incoronato figlio del relatore l’Italia ai Giochi di Tokyo.


Add Comment