In una corsa stravolta dal freddo e dalla neve prevale Warren Barguil, quinto Andrea Vendrame – OA Sport

Sono il freddo e la neve a sconvolgere il GP Miguel Indurain, classica iberica giunta alla sua 31ma edizione. Percorso completamente modificato, condizioni climatiche al limite e specificato che comunque non è obbligatorio. L’importazione di annunci sul traguardo di Estella-Lizarra è di stato francese Warren Barguil (Arkea-Samsic), seconda vittoria di tappa dopo una tappa lì Tirreno-Adriatico.

Fuga a nove nella prima parte di gara: all’attacco Rafael Reis (Glassdrive Q8 Anicolor), Xabier Mikel Azparren (Euskaltel – Euskadi), Alex Martin (EOLO-Kometa), Jon Barrenetxea (Caja Rural – Seguros RGA), Stephen Bassett (Human Powered Health), Paul Lapeira ( AG2R Citroën Team), Iván Cobo (Kern Pharma Team), Mikel Bizkarra (Euskaltel – Euskadi) e Óscar Cabedo (Burgos-BH).

Il gruppo è riuscito però a migliorare la situazione, camminando se a giocare il successo nel gran finale. Scatto a cinque con Gorka Izagirre (Movistar Team), Pello Bilbao (Bahrain – Victorious), Jefferson Alveiro Cepeda (Caja Rural – Seguros RGA), Victor Lafay (Cofidis) e Aleksandr Vlasov (BORA – hansgrohe) che sono riusciti a guadagnare a ventina di secondi sul plotone, Guidato però al meglio dagli Emirati Arabi Uniti abile a chiudere.

GP Miguel Indurain 2022: Warren Barguil prevale in una corsa stravolta dal freddo e dalla neve, quinto Andrea Vendrame

Sullo conclusivo strappo all’attacco di Marc Hirschi e Pierre Latour, ma è stato un gruppetto ristretto per giocarsi allo sprint la vittoria. per segnalarlo in una volata molto concitata Barguil su Vlasov e Simon Clarkenoi andrea vieni da me Ha concluso in quinta posizione.

Foto: Lapresse

Add Comment