la settimana del tennis il Manic Monday

Il meglio della appena settimana passata, i risultati più importanti, le performance degli italiani, ti confidano e ti sorprendono. E poi ancora, e movimento della classifica Atp e Wta e il programma della prossima settimana. Tutto questo in un unico grande punto con il nuovo format di lunedì pazzesco, la newsletter Tennis Fever che arriva direttamente dalla tua casella di posta

La settimana del tennis: Miami e non solo…

Foto Twitter Federennis

Tante emozioni nel cemento di Miami, con Jannik Peccatore e lucia bronzetti che sono riusciti a guadagnarsi gli ottavi di finale del torneo lottando con le unghia e con i denti. La seconda tappa del Masters 1000, invece, è contrassegnata da un vero e proprio spettacolo di Nick Kirgios, che finalmente ha deciso di fare sul serio quello che può fare ai margini del campo. E ancora, grandi soddisfazioni per l’Italtennis nei circuiti Challenger e ITF con quattro titoli in totale. L’evento più segnante della setimana appena trascorsa, tuttavia, e stato il ritiro di Ashleigh Bartyil numero uno che ha inaspettatamente deciso di abbandonare il mondo del tennis professionistico.

Il rituale Ashleigh Barty

Foto Wta Tennis

È arrivata con una morte serena alla luce dell’arrivo di Ashleigh Barty: a 26 anni gareggia, dopo sette giorni dal suo primo trionfo agli Australian Open, la corsa in crescita nel Queensland ha attraversato l’intero universo del tennis. Barty se è ritirata, lo sport ha perso uno dei suoi più grandi campioni, l’unico nel circuito femminile contemporaneo ad emozionare davvero le sue appassionate.

parola di barty

“Oggi è un giorno difficile e pieno di emozione per me. Annuncio il mio rituale tennistico. Ci ho pensato per così tanto tempo, e ora è un momento molto importante nella mia carriera. La vittoria a Wimbledon l’anno scorso mi ha cambiato molto come persona e come atleta. C’è stato un cambio di prospettive in questa seconda parte della mia carriera. La mia felicità non dipendeva più dai risultati. Il successo, per como lo finisco io, è sapere di aver data tutto quello che potevo osare. Qualcuno magari non capirà, e lo capisco. Ma per me, Ash Barty, ci sono proprio sogni che non includono il viaggiare per il mondo per giocare a tennis, rima lontana dalla mia famiglia e dalla mia casa. Non sono sicuro che amerò il tennis, è una parte fondamentale della mia vita e lo sarà sempre, ora mi godrò il prossimo capitolo della mia vita come Ash Barty la persona, e non Ash Barty l’atleta. Sono così grata per tutto ciò che questo sport mi ha data e ne vado sentendomi orgogliosa e realizzata. Grazie a tutti coloro che mi hanno supportato lungo questo percorso, sarò sempre grata per i ricordi che abbiamo creato insieme per tutta la vita”.

Miami Open: top player Sinner avanti da vero

Foto di Instagram Miami Open

Dopo il passo di Matteo Berrettini Lo sconfitto di Lorenzo Sonegofabio Fognini e lorenzo Musettiè Jannik Peccatore Porterò alta la bandiera italiana a Quel di Miami. L’altoatesino, che ha beneficiato di un bye al cugino turn, ha raggiunto gli ottavi di finale battendo Emil Ruusuvuori e Pablo Carreno Busta. Nel mezzo e quasi, il gioco è a un passo dall’economicità e ha dimostrato di essere ormai un top-player ‘finito’, soprattutto sotto l’aspetto mentale. Il suo prossimo Banco di Prova sarà Nick Kirgios, il quale si è regalato gli ottavi superando Adrian Manarino, Andrej Rubev e Fabio Fognini. Contro il russo numero sette del mondo, l’australiano se l’è sommato per 6-3 6-0. Ritrovato! Bene anche Daniele MedvedevAlessandro ZverevStefano TsitsipasCarlo alcarazcasper Ruud e cameron norie. Maggiori Thanasi Holdings Kokkinakis (ottavi) e dei fratelli Cerundolo, con Juan Manuel che si è spinto fino ai sedicesimi e con Francisco che ha centrato gli ottavi.

Miami Open: Bronzetti agli ottavi, ok anche Osaka e Swiatek. Fruhvirtova brilla

Miami Open, il programma di oggi con Bronzetti e il doppio Fognini/Bolelli

Foto Wta Tennis

Per quanto riguarda il femminile, il tennis italiano può gioire con Lucia bronzetti. La Romagnola è qui agli ottavi a partire dalle qualifiche e si vedrà al pomeriggio con Daria Saville (Gavrova). ok noemi osaka e Iga Swiatek, le dovute maggiori indiziate ad hereditare lo scettro di numero uno al mundo dopo il ritiro di Ash Barty. La stella di Linda continua a brillare fruhvirtova, a ridosso della classe 2005, la variegata squadra ha vinto sul circuito ITF se si confronta con un giocatore protagonista anche della WTA. A 17 anni ancora da campiere, si giocherà l’entresso ai quarti di finale contro la Spagnola Paula Badosa.

Top e flop della settimana del tennis: Kyrgios e Sonego

Foto di Instagram Miami Open

Il protagonista della settimana: Nick Kyrgios. Vuole può, e lo sta mostrando. Null’altro da aggiungere riguardo unico giocatore, nel bene e nel male.

Il personaggio del flop della settimana: Lorenzo Sonego. A Miami è arrivata la quinta sconfitta consecutiva per il torinese. Servire darsi una svegliata, altrimenti il ​​crollo in classifica sarà inevitabile.

Classifiche ATP e WTA: situazione stand-by

Come sappiamo, quando c’è un Master 1000 in corso, l’aggiornamento della voce e della classifica è sospetto. Dunque, bisognerà aspettare l’inizio della prossima settemana per capire se Miami determinerà quale scossone in termini di classifica.

Sfidante: Cobolli e la cugina volta di Jubb. Anchor Halys, titolo anche per Rodionov

Foto Instagram Federennis

Quattro i tornei Challenger andati in scena la scorsa settimana: Zara (Croazia, terra battuta), Santa Cruz (Bolivia, terra di battuta), lilla (Francia, cemento di rame) e biel (Svizzera, cemento di rame).

In Croazia è arrivato il primo titolo per Flavio Cobolli, volto ormai noto del tennis nosrano. L’azzurro classe 2002 ha inaugurato il suo lotto superando Serdarusic, Prizmic, Esteve Lobato, Guinard e, infine, Michalski. Con ogni probabilità lo vedremo molto prestissimo nella top-150. Sembra proprio che il romano si sia messo sulla scia di alcuni suoi colleghi che ben conosciamo…

Un’altra prima volta la si è avuta in Bolivia, con Paul Giubb, inglese classe ’99, vincitore della seconda edizione del torneo di Santa Cruz. A Lille e Biel, invece, l’hanno spuntata su tutti il ​​​​​​francese Quentin Halys e il Juri austriaco Rodionov. Complimenti particolari vanno al transalpino, capace di conquistare quattro finali in questo inizio 2022.

Il programma dei settant’anni

Sei i tornei Challenger nella settemana corrente: Lugano (Svizzera, cemento rame); marbella maschile (Spagna, terra battuta); Marbella femmina; Oeira (Portogallo, terra di battuta); San Brieuc (Francia, cemento di rame); Pereira (Colombia, terra di battuta).

Gli azzurri in campo

Lugano: Andrea Arnaboldi, Luca Nardi, Thomas Fabbiano.
marbella maschile: Marco Cecchinato, Andrea Pellegrino, Federico Gaio, Raúl Brancaccio, Franco Agamenone.
Oeira: Luciano Darderi, Gian Marco Moroni, Alessandro Giannessi, Riccardo Bonadio, Lorenzo Giustino, Giulio Zeppieri, Stefano Travaglia, Andrea Vavassori, Gianluca Mager.

Marbella femmina: Martina Trevisan, Elisabetta Cocciaretto, Sara Errani.

ITF: Italtennis regala urlo con Lavagno, Oradini e Pigato. Bonadio e Ferrari se noleggio in finale

Foto Instagram Lavagno

Settimana da incorniciare per l’Italtennis nel circuito ITF, con Edoardo LavagnoJohn oradini e Lisa pigato vincitori rispettivamente a Marrakech 2, Sharm El Sheikh 6 e Antalya 7.

Lavagno, torinese classe ’98, ha conquistato il suo quarto titolo nella portaerei battendo il rumeno ionel con il risultato di 6-4 6-2. Mente per Oradini e Pigato se viene trattato come il primo stealth. Il classe ’97 di Rovereto ha regolato en rmonta il russo Kivattsev di 2-6 6-3 6-1. La classe 2003 Bergamasca ha potuto gioire in virtù del ritiro di york sul puneggio di 6-2 3-6 3-1 (a favore dell’azzurra).

Richard bontà e Gianmarco ferrari, invece, sono stati sconfitti in finale da Valkusz (Abbazia, Croazia) e Mochizuki (Antalya 7, Turchia). In ogni caso c’è una settimana positiva anche per pappagallo.

Foto Instagram Oradini

Foto Instagram Pigato

Gli altri vincitori della settimana

Maschile – Alexander DonskiMonastir 11 (Tunisia, cemento); Siddharta RawatNuova Delhi (India, cemento); Carlos López MontagudPalmanova 2 (Spagna, terra battuta); hijikata rinkyCalabasas, (USA, cemento); Jason KublerCanberra 3 (Australia, terra battuta); blocco BenjaminMedellin (Colombia, terra battuta); Valentino VacherotQuinta Do Lago (Portogallo, cemento); Kenny De SchepperToulouse-Balma (Francia, cemento rivestito).

Femmina – Carlota Martinez CirezMarrakech 2 (Marocco, terra battuta); Sakura Hosogi, Monastir 8 (Tunisia, cemento); JEssica Bouzas ManeiroPalmanova 2 (Spagna, terra battuta); Maria TkachevaSharm ElSheikh 6 (Egitto, cemento); Tamara KorpatschLe Havre (Francia, terra battuta al coperto); Susanna LamensMedellin (Colombia, terra battuta); Moyuka UchijimaCanberra (Australia, terra battuta).

Rimarrà aggiornato sempre tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul noi profilo instagramregistrati a noi telegramma o iscriviti un lunedì maniacale, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Add Comment