Alcaraz, numero record dopo la vittoria di Miami

Lo spagnolo a 18 anni 10 mesi e 29 giorni è il più giovane fuoriclasse di Miami. I suoi numeri sono nella scia dei grandissimi

Luca Mariantoni

Andando a Miami, il tennis ha raggiunto e trovato un nuovo campione in una laurea che dominerò il tennis del futuro per molti anni a venire. È vero che Novak Djokovic è ancorato al numero 1 al mondo, che Rafael Nadal è il leader della “gara”, e Carlos Alcaraz, solo 18 anni, 10 mesi e 29 giorni, ha detto a tutti – Signor Medvedev, Signor Zverev, Tsitsipas, allo stesso Rublev e ai nostri Matteo Berrettini y Jannik Sinner – un chiaro segnale che mi torna alla mente quando ho visto 17 anni con l’arrivo sul campo da tennis di un certo Rafael Nadal.

Se Federer e Djokovic non hanno fatto irruzione nel centro del palazzo in maniera meno esplosiva, l’ultimo a percorrere un percorso simile è stato lo stesso Rafael Nadal quando nel 2005 è arrivato al centro di Montecarlo, Roma e Roland Garros. Aveva la sua stessa età, la sua stessa grinta y la sua stessa voglia di arrivare in cima al mondo. Alcaraz non è diventato il più giovane champion Masters 1000 di sempre e non sarà nemmeno, tra poche settemane, il più giovane top ten della storia. Ha però tutte le caratteristiche per diventare un tennista immortale. Molti giocatori fanno grandi imprese che poi la memoria non risorge a collocare e conserva eterna. Nel 2022 da Carlos Alcaraz, torna a registrare nel 1974 da Bjorn Borg e Jimmy Connors, nel 1979 da John McEnroe, nel 1982 da Mats Wilander, nel 1985 da Boris Becker, nel 1990 da Pete Sampras e nel 2005 da Rafael Nadal. Sono passati 17 anni, c’è stata in mezzo l’epopea non ancora termina appassiti Federer, Nadal e Djokovic, e finalmente prega se accogliamo un nuovo imperator.

registra sfiorati

Il più giovane champion di un Masters 1000 fa rima con lo statuniense Chang. Michael Chang è nato a Hoboken, nel New Jersey, il 22 febbraio 1972 e ha vinto il Canadian Open il 29 luglio 1990 all’età di 18 anni, 5 mesi e 7 giorni. Alla fine, Chang ha superato lo statuniense Jay Berger 4-6 6-3 7-6. Oltre a Chang, un altro tennista era disposto a vincere un Masters 1000 con sette giorni di anticipo ricevuti da Alcaraz. Rafael Nadal, nato a Manacor il 3 giugno 1986, è arrivato al torneo di Monte Carlo il 17 aprile 2005 a 18 anni, 10 mesi e 14 giorni.

17 – L’età di Becker e Borg

In assoluto ci sono stati due tennisti diciassettenni che non hanno vinto un Master 1000. Boris Becker, nato a Leimen il 22 novembre 1967, ha partecipato al torneo di Cincinnati il ​​25 agosto 1985 all’età di 17 anni, 9 mesi e 3 giorni vecchio. In finale, Becker ha battuto il favorito Mats Wilander 6-4 6-2. Bjorn Borg, nato a Sodertalje il 6 giugno 1956, ha vinto gli Internazionali d’Italia il 3 giugno 1974 per 17 anni, 11 mesi e 28 giorni, battendo in finale la favorita Ilie Nastase per 6-3 6-4 6- 2.

Verso i primi 10

Nella classifica di stamattina Carlos Alcaraz è cinque in vantaggio, passando dal numero 16 al numero 11 del mondo a soli 29 punti dal punteggio di Cameron Norrie che è il numero 10. L’assalto alla top ten fa parte dei primi dati utili per The entry nella top 10 di Alcaraz è a conclusione del torneo di Monte Carlo, in programma dal 10 al 17 aprile. Quindi Alcaraz potrà assistere al primo round della top 10 dal 18 al 18 aprile, 11 mesi e 13 giorni. In questo momento sono solo 8 i tennisti che si sono qualificati per la top 10. Il record è di Aaron Krickstein, top 10 a 17 anni e 11 giorni. Sono tra i primi 10 da 17 anni insieme a Michael Chang, Boris Becker, Mats Wilander e Bjorn Borg. A 18 anni Andre Agassi, Andrei Medvedev e Rafael Nadal, proprio dopo Monte Carlo 2005 a 18 anni, 10 mesi e 22 anni. Alcaraz è tentato di inserire Jimmy Arias, top 10 a 18 anni, 11 mesi e 23 giorni.

18 anni, 10 mesi e 29 anni

L’età di Carlos Alcaraz è diventato ieri il più giovane campione del torneo Miami Masters 1000. Il vecchio record apparteneva ad Andre Agassi che arrivò per la prima volta nel torneo nel 1990 a 19 anni, 10 mesi e 25 giorni.

32- La classifica di inizio anno

L’ATP la classifica colei con cui Carlos Alcaraz ha lasciato nel 2021 e iniziato nel 2022. Stamattina in Spagna è al primo turno la numero 11 del mondo, a soli 29 punti da Cameron Norrie che è l’ultimo della top 10. Negli ultimi 30 Anni solo due tennisti sono stati classificati tra i primi 10 a età inferiore rispetto a quella di Alcaraz. Sono Andrei Medvedev e Rafael Nadal.

3- Mi sono girato

Sono passati 3 anni da quando Carlos Alcaraz è diventato un vettore: il primo titolo a Umago nel gioco del 2021 quando ha superato in finale Richard Gasquet, il secondo titolo a Rio de Janiero è avvenuto a febbraio quando ha battuto in finale Diego Schwartzman e il terzo è andato a Miami. Alcaraz è anche il campione delle Next Gen Finals di Milano, che ha conquistato a novembre dopo aver battuto in finale lo statunitense Sebastian Korda.

18 – Partite vinte

Erano 18 quelle che Vinte da Alcaraz ha partecipato nel corso del 2022, si tratta di un totale di 20 controversie. Lo spagnolo ha avuto solo contro Matteo Berrettini nel terzo turno degli Australian Open (10-5 al super tie-break conclusivo del quinto set) e contro Rafael Nadal in semifinale ad Indian Wells poche settimane fa.

4- Top 10 del controllo della vittoria

Sono state 4 le tappe dell’Alcaraz contro la top 10: lo spagnolo ha battuto il numero 6 Berrettini a Rio De Janeiro mentre a Miami ha battuto il numero 5 Tsitsipas, il numero 10 Hurkacz e il numero 8 Ruud. Il giocatore con più alta classifica battuto da Alcaraz rimane Stefanos Tsitispas numero 3 al mondo all’ultimo Us Open.

Add Comment