MotoGP 2022, Valentino Rossi già ci manca… ma è per sempre

Moto GP 2022 prossima pista. Domenica 3 aprile la nuova stagione delle corse a due ruote più veloci del mondo è iniziata con la vittoria dello Spagnolo Espargarò la sua Aprilia che in Argentina ha preceduto ei suoi connazionali Martin e Rins. Ma a farsi mi sentirò in questo debutto gara è stata soprattutto a grande senza visto che dopo un’intera era Il Dottore, Valentino Rossi, non c’era più ai nastri di partenza.

Un’assenza non solo della tua traccia

Qualcuno potrebbe ribattere che negli ultimi anni il centauro marchigiano non è più ad essere competitivo negli anni delle vittorie sul filo di lana contro Gibernau. Vittorie che erano state in ambito calcistico gli avrebbe valso in una città della sua regione un premio come Senigallia premia Kevin Lasagna per il suo gol in Zona Cesarini. Ma Valentino è stata una presenza fondamentale e per i media, per tutto il movimento della MotoGP e non solo in Italia. Sarà davvero difficile, ma per non dire impossibile, riempirò la tua presenza di vittoria per il tuo amore per l’energia. Ma come ogni cosa forse il tempo riuscirà comunque ad affievolire la sua assenza.

Una nuova esperienza in 4 giorni

Tra le tante proposte che Valentino Rossi ha ricevuto nella sua incredibile carriera, a fu davvero suggerito. Vale sarebbe potuto diventare un pilota di Formula 1 e non con un team di secondo grado ma addirittura con la Ferrari. Quando è arrivato a questo invito, Rossi è stato l’apice della sua carriera in MotoGP. In un’occasione ha annunciato che nel 2022 parteciperà a un evento in quattro percorsi per affermarsi in una competizione ufficiale, il GT World Challenge Europe, campionato riservato a tutti i percorsi.

Il debutto a Imola non è lo status dei più fortunati visto che il fenomeno Tavullia ha concluso il garage in diciassettesima posizione. A perché peccato dopo un inizio no exaltante aveva ripreso molte posizioni ma pori un errore ai box ha fatto slittare de un giro il change programmato da regolamento con il pilota belga Frédéric Vervisch. Valentino se fosse beccato pure un’ammenda per aver tolto la vita di troppo presto presto. Sicuramente errori dati dall’ineperienza in questa nuova categoria. Ma siamo certi che da lontano emergerà la classe di Valentino Rossi anche nell’inedita sfida che ha deciso di provarci.

Testimonial di Valentino Rossi Gran Turismo 7 su PlayStation

Quattro o due ruote, reali o virtuali, Valentino Rossi è il simbolo delle competizioni automobilistiche tanto che Sony ha deciso di farne anche un testimonial del settimo capitolo di Gran Turismo, la serie esclusiva di Playstation che ti mette al volante di tante vecchie ricchezze in incredibilmente similitudine alla realtà. Negli spot, vale una postazione di gioco con tanto di volante e pedaliera se si tuffa nell’azione, tra amici e amici commentando la sua performance davanti alla tv. Può ritirarsi pure dalla MotoG, P ma The Doctor risulta essere ancora un personaggio dall’incredibile fama e simpatia per giovani e meno giovani. Insomma, parafrasando un noto spot… Vale è per sempre!

Add Comment