Plusvalenze: dal 12 aprile processo sportivo a Juve, Napoli e altre 9 società

Fissa la data del procedimento: l’udienza proseguirà il 14 e 15 in videoconferenza. A rischiare di più sono Pisa e Parma

È il caso del 12 aprile, prima udienza del processo sportivo sulle plusvalenze a cura degli undici club di Serie A, B e C, dopo le qualificazioni di Juventus e Napoli. Le udienze sono in calendario anche da il 14 e il 15, sempre in videoconferenza. La data del processo arriva a tre giorni dal differimento della Figc: i am tempi sono infatti stati accorciati con l’introduzione del novo codice di giustizia nel 2019. fine campionato

Cosa rischiosa

Le undici società (Empoli, Genoa, Juve, Napoli e Samp in A, Pisa e Parma in B, Pescara e Pro Vercelli in C, più 2 club non convenzionati come Novara e Chievo) sono in differita statale “per avere contabilizzato nelle relazioni financiarie plusvalenze e dirette alle prestazioni dei calciatori per valori eccedenti quelli consentiti dai principi contabili”. La società di A rischiano al massimo si emenda (per le capolista che non sono mai arrivate alla squalifica), mentre per il dovuto di Serie B sanzionano potranno essere più salate: se c’è penalità alla retrocessione o esclusione al campionato .

Add Comment