Joe Salisbury nuovo numero 1 al mondo da doppio

A. Molcan b. [Alt] S.Travaglia 6-0 6-4

Campo Sud 5 del Gran Premio Hassan II Stefano Travaglia (n.112 ATP), iscritto nel cornice principale marocchino vieni alternato dopo le dimissioni di Fognini e l’anticipo nella semina di Griekspoor, cedi al cugino giro di mano di Alex Molcan (n. 65) dopo un’ora e 16 minuti di gioco.

Lo slovacco, che a causa della positività al Covid aveva saltato per un mese le qualificazioni di Coppa Davis contro l’Italia, ha dominato nettamente il primo set per 6-0. Nel secondo parziale Travaglia, a step dal cheap, ha ritrovato le energie (soprattutto mentali) e si è riportato in corsa non senza annullare quattro palle break. Alla fine però la superiorità di Molcan è uscita alla lunga e per lui al prossimo turno ci sarà la testa di serie n. 1 e favorito del torneo Felix Auger-Aliassime. Il canadese, infatti, si è intanto sbarazzato della carta jolly dici casa Elliott Benchetrit con un doppio 6-3.

IL FESTA – Travaglia iniziò maschio l’encontro, rinunciando per dovuto servizio consecutivo. Il primo ha bisogno di poca efficienza (79% in campo con il 33% dei punti) e ancora una volta colpisce il secondo, lo slovacco lo punisce (0/4). Molcan che nel primo set, contrariamente alla prestazione del trentenne di Ascoli Piceno, ha molti punti (83%) con il primo servizio, non il nostro obiettivo in campo è il gol. Risultato: Travaglia in svantaggio 3-0 dopo più di un quarto d’ora.

L’azzurro ha comunicato un break di palla nel quarto gioco per provare a rientrare in macchina alla vista della destra oltre la linea di fondo campo. Con un nuovo disastroso turno di servizio, Travaglia concede la pausa a zero, allungando ulteriormente lo svantaggio. Approfittando di un altro errore della legge italiana, questa volta finisce sotto il ristorante, Molcan chiude il set rigando a secco ciambella all’azzurro in 25 minuti.

Come accaduto in apertura di partita l’italiano n. 112 della classifica arriva da scivolare via il servizio, veloce come il grande passante di rovescio con cui Molcan conquista la settima partita consecutiva, che subito dopo diventa l’ottavo. Travaglia riesce però a tamponare l’emorrhagia di giochi persi conquistando alla battuta il terzo e dando la carezzaDecisivo per recuperare le energie e riuscire ad operare el primo break della partita nel turno di servizio successivo dello Slovacco.

Il morale dell’azzurro è decisamente ritrovato e la lunga quinta partita da 18 punti, tenuto nonostante tre palle break concesse, lo conferma. Molcan alla battuta si rischia poco o nulla, semina molto di più nel campo e ne ottiene altre dovute opportunità per allungare. La decisiva spallata di n. 65 del classificazione Alla fine arriva alla nona partita con Travaglia al servizio che, visto che finirà il proprio destro a pochi centimetri dalla linea di fondo, manda l’avversario a servire per il match. Il braccio di Molcan non trema e al primo match point chiude l’incontro trovando un gran dritto all’incrocio delle righe.

R. Carballes Baena b. M. Cecchinato 7-5 7-6(1)

IL FESTA – La pioggia che ieri aveva impedito lo svolgersi dei match oggi è rimpiazzata dà un vento fastidioso. Sul Campo 2 Carballés è il primo che rischia di adattarsi a tutte le condizioni e di passare prima della pausa. Cecchinato però risale da sotto 2-4 con grande sudore e affidandosi alla maggior tecnica. Il semifinalista del Roland Garros 2018 usa sapientemente la smorzata di rovescio, e con le sue variazioni di gioco ribalta la bella situazione per portare due punti dal primo set. Il numero 79 del mondo resta aggrappato al punto da buon terraiolo spagnolo; Cecchinato invece perde fiducia con rovescio e l’inerzia se risorge. Qualche errore di troppo vicino rimandan avanti Carballés Baena che questa volta è troppo al traguardo del primo set e chiude 7-5 in 47 minuti.

Arriva il secondo set in servizio e senza opportunità di pausa; enterambi i giocatori servono con precisione ed efficacia e fanno ampio uso della schiena per tenere lontano l’avversario. Il tie-break sembra essere l’unica soluzione della contesa e puntualmente arriva. Cecchinato vede però sgretolarsi le certezze acquisite nel corso della frazione e concede tre mini-break consecutivi nei suoi primi turni di battuta. Lo stupore se segna subito 5-0, Carballés Baena conquista ancora un punto in risposta ed evita così incontro al primo match point. Lo ingles si troverà al secondo turno joao sousa (n. 90 ATP), che ha vinto il titolo di serie n. 5 Frederic Delbonis (n. 35) 6-2 5-7 6-3.

Add Comment