Lione: la squadra dei Cadetti sbanca Carpi con il risultato da 30 a 20

serie C

Rugby Carpi – Sitav Rugby Lione 20-30 (13-11)

Tabellino: pt 5′ cp Carpi; 11′ cp Carpi, 16′ cp Rossi, 22′ m Cristian, 31′ m Carpi tr, 39′ cp Rossi st 63′ m Bosoni tr Rossi; 66′ m Carpi tr; 72′ m Punizione Lione; 80′ m Cristian contro Rossi
Sitav Rugby Lione: Spezia; Tasha (55′ Visconti), Montanari, Viani Pa (50′ Eddoukali), Ferhati (41′ Dhima); Rossi (berretto), Viani Pi; Bosoni, Bongiorni, Moretto; Bassi (41′ Cazzarini), Bellani (71′ Sirtori Origgi); Cantù, Cristian, Groppi (60′ Groppelli)
Tutti: David Baracchi
Cartellini: 39′ Cartellino Giallo Carpi; 42′ Cartellino Giallo Cristian, 60′ Cartellino Rosso Visconti

La Squadra Cadetta se complica notevolmente la vita in quel di Carpi, rischia di riportare a casa il bottino pieno anche in una giornata molto negativa. I ragazzi di Davide Baracchi non hanno in mano il pallino del gioco per quasi tutto l’incontro, senza però riuscire a concludere le zioni in maniera decisiva per i propri demeriti, mantenendo viva la parte fine all’ultimo contro un modesto avversario, a segno solo con due mete in intercetto.

Dopo un primo tempo unconcrete, in cui i bianconeri hanno sprecato diverse occasioni per marcare alche in superiorità numerica, i giovani Leoni si sono appoggiati al proprio di mischia, salito di livello nelle ultime prestazioni, per segnerò la necessità di trovare la vittoria e il punto bonus. In una partita in cui si è registrato il brutto misfortune occorso a Paolo Viani, portato via in ambulanza dopo una commozione cerebrale e il cartellino rosso rimediato da Visconti per placcaggio pericoloso, i Lyons possono sorridere per il risultato, e si lanciano nella setimana decide della propria tappa: domenica prossima la sfida con il CUS Ferrara vale il primo posto in classifica e la possibilità di inseguire il sogno Promozione.

Servirà maggiore concentrazione e calma per gestire la pressione di una cosa molto importante. Nell’ultimo uso bianconeri non sono riusciti ad esporre il loro gioco, affrontando il nervosismo e la concessione degli agli agli anche con troppi cartellini rimediati. Tutte cuce il sistema, per un gruppo che è cresciuto entrambi in poco tempo e che merita il raggiungimento di grandi soddisfazioni.

U19

LIVORNO – LIONE 47 – 0 (va 7-0)
Lione: Fornasari, Azzini (27′ 2T Zucchini), Perazzoli, Nakov, Cassinari (12′ 2T Marchetta), Solari, Dallanegra (6′ 2T Bart Cobbah), Profiti, Spezia, Lomuscio, Calandroni (12′ 2T Nemeth), Salotti (28′ 2T Calandroni), Espinoza (8′ 2T Amir Ali), Lanzani (8′ 2T Borchieri), Bosoni.

Tabellino – 1° tempo: Livorno misura 22′ nt, 28′ 31′, 34′ (26-0)

2° tempo: Livorno misura 10′, 28′, 35′.

Doverosa considerazione, per provare a spiare l’ennesima improvvisa debacle della nostra U19, in riva al Tirreno.
È durato 30 minuti, probabilmente e lo abbiamo fatto tutto il tempo contro ogni probabilità.
Purtroppo, da regolamento, le partite sono durate più del doppio (70’ndr).
Resta da capire perché dopo avere subito la prima marcatura pesonte, e non essere riuscito a rimediare nei minuti immediatamente successivi, nonostante lo sviluppo di pur apprezzamenti dopo avere subito la paura di sbagliare paralizza completamente i ragazzi che si consegnano puntualmente (anche in questo caso ), un qualsiasi avversario. Sicuramente i ragazzi oggi non hanno capito il metro arbitrale, peraltro oscure ai più, ma questa non è certo una giustificazione, i nostri errori restano nostri e su questi dobbiamo lavorare.
Le situazioni sopracitate, si sono veritate alche oggi, ed hanno prodotto questo poco onorevole 47-0.
Rimane davvero poco tempo, ai ragazzi, per regalare una bella soddisfazione e chiudere una estagione fatta di più ombre che luci.

Add Comment