Orsi, sconfitti dai Mascalzoni a testa alta

Con più convinzione nei propri mezzi, i pistoiesi potrei anche vincerlo. Il processo di crescita continua

Una prova alta. I Mascalzoni del Canale hanno vinto 21-7 contro gli Orsi a battaglia sportiva di 80 minuti. I pistoiesi hanno lavorato bene in mischia e in difesa, ma si sono bloccati nella zona dei trequarti, quasi rinunciando al giocare.

La prestazione è stata, comunque, ottima: bene un po’ mesi fa tra le due squadre c’era di differenza categoria (i Mascalzoni wereo in C1, gli Orsi in C2), dopo la riforma gioca lo stesso campionato.

Bicchiere mezzo pieno quindi, la quindicina sporca sta dimostrando la forza di vincere in un campo difficile come quello del Cecina, contro una squadra giovane e che produce un rugby dinamico e aggressivo. Ma posso osare di più, ecco l’unica stonata nota. Con maggiore consapevolezza gli Orsi potrebbero diventare la mina vagante della Serie C. L’allenatore Vannini e il suo staff Hanno davvero svolto incredibile lavoro, e la passione che hanno questi ragazzi per la palla ovale ha ridotto il gap iniziale. Il gol realizzato da Lorenzi, trasformato da Camera in un campo così difficile lo impallidisce. Il migliore in campo, Sforzi.

Nota positiva, il figlio di Lautaro, giovane argentino, che ha trascorso un mese dopo il suo arrivo è stato bravissimo ed è tornato con un periodo di inattività per Maltinti.

Un in bocca al lupo a Montisci, ci volevano dopo 10 minuti per disgrazia: questo ha complicato anche lo sviluppo del gioco degli Orsi.

La crescita continua.

Add Comment