la grande Rom sogna il ritorno al Milan

Il belga è pentito della scelta Chelsea: proseguiti i contatti con il suo ex club, ma l’operazione resta complicata

grande rom ci ha meno di un anno per risvegliarsi da quello che lui stesso aveva un sogno, approdare al chelseae adesso non vede l’ora di lasciare Londra girando nella sua Seppellire. Così i contatti con il suo ex club, all’initio di cortesia, hanno iniziato a diventare costanti, magari perfino pressanti, e il tema delle chiacchierate è sempre lo stesso: “Se volete – fa sapere Lukaku -, io turn”. Già, e c’è da capirlo: a fronte di un investimento degli ultimi 100 milioni, utile tra l’altro lontano inspirare i conti dei nerazzurri, la sua parabola londinese ha meno che diventare in discesa. Prima le prestazioni non all’altezza, figlie di un feeling mai nato con Tuchel, per le prime belle panchine all’attuale posizione nelle retrovie, dove i radar non arrivano più a segnalarne la presenza. Insomma, è stato un re, oggi non è nemmeno attore non protagonista.

Così il passo verso un ritorno che – siamo sinceri – al momento resta improbabile è stato breve. Ho visto che Milano non è dimenticati di lui e dei suoi gol, le chiacchierate hanno prigioniero a diventare un’attesa, l’attesa una possibilità, per quanto remote, ma pur sempre una possibilità. Ma cosa deve accadere perché Big Rom possa rientrare alla “base”? Parecchie cose, ecco perché è oggettivamente difficile. Riassumendo: bisogna definire se il futuro di chelseain attesa del passaggio di proprietà da Abramovich alla cordata che la prossima settimana dovrebbe presentare un’offerta ufficiale. Dopo di che andrebbe trovata una formula che permette all’Inter l’investimento: in due parole, di riacquisto a titolo definitivo non è nemeno parla, l’unica opzione sarebbe quella del prestito oneroso con diritto di riscatto valutare con attenzione. Infine toccherebbe a Lukaku fare la propria mossa, il che tradotto significa In particolare, lo stipendio attuale è di 12,5 milioni per riavvicinarlo ai 7,5 che percepiva in nerazzurro.

vedi anche

estere di calcio
Belgio, Martínez: “Lukaku a settembre giocherà in un altro club”

Tanti se, o tanti pezzi di un puzzle che è andato in frantumi meno di un anno fa e che andrebbe ricotruito da zero. Facendo ovviamente leva sulla volontà di Lukaku di tornare all’Inter e dell’Inter di ricominciare da dove ci si es lasciati, da un giocatore, cioè, ingrado farle vincere quelle partite che pareggi in fondo, magari, a sofferenza. Inutile lo dirò Inzaghi metterebbe subito il giusto timbro sull’operazione. Meno facile sul capire, è effettivamente l’attaccante belga che ritroverebbe l’enorme quantità di tempo che si trascorre in un mercato che, comunicando, non indossa tutta la perfezione come quello di antonio conte. Alla fine l’Inter palleggia più o meno vieni il chelsea, Tra Big Rom ha bisogno di praterie, profondità, verticalizzazioni. Insomma, ha bisogno che Inzaghi gli riservi lo stesso trattamento riservato per tanti anni a Immobile nella Lazio. Ma questo è un altro ed è un discorso molto prematuro. Mentre il telefono è ancora acceso e sempre parte di Lukaku con la sua voglia di Inter.

Add Comment