Lazio, oggi l’incontro Sarri-società: ecco il palco

TUTTOmercato WEB.com

© foto di www.imagephotoagency.it

Un incontro da tenere se negli occhi e provare a diradare le nubi. Lotito, Sarri e Tare si ritrovano oggi, a Formello, per parlare di quel che sarà della Lazio. La riunione potrebbe avvenire nel primo pomeriggio o in serata. Non è chiaro, si saprà in mattinata, dipenderà dagli impegni del presidente. Il futuro è adesso, si può delineare molto del domani biancoceleste. Cosa accadrà? È complicato da sapere, ne sarò certo. Lotito è attore imprevedibile, potrebbe pure rimettere sul tavolo quel rinnovo sbandierato a Natale e poi frozen. Difficile, ma, che Sarri acconsentì ai suoi due piedi. Il mercato di gennaio l’ha scottato, aveva ricevuto promesse che non sono statemánute, sono arrivati ​​​​​​Kamenovic e Cabral, giocatori che il tecnico non ha mai avallato e il minutaggio dei due dimostra ampmente. Il serbo non è il piede principale in campo, il capoverdiano è malato al 66′ da Udine. Sarri chiederà garanzie tecniche e coinvolgimento nelle scelte. Ha ribadito che l’incontro è stato anche con il direttore sportivo, tutti devono mantenere i suoi negli occhi e mettere sul tavolo le proprie intenzioni e la propria visione. Sarri non vuole parole, intende capire se ci sono le basi per seguire a quel progetto con que stato convinto l’estate scorsa. Bisogna chiarire volontà e rapporti. No chiede de la luna, Sarri, sa che sul mercato la Lazio ha un potenziale limitato, ma vuole progettualità, lungimiranza, capacità di operare in modalità intelligente.

Non solo, il filler vuole rispondere a chi rimarrà e chi invece è destinato a lasciare Formello. Il sacrificio di un grande seme è breve e necessario. Ci sarà solo una solida convergenza, quindi se potessi andare avanti, altrimenti l’allenatore potrebbe fare anche un passo indietro fino alla fine della tappa. L’atmosfera laziale ha stregato, a Formello se trova d’incanto, rimarrebbe volentieri, ma ci devono essere le condizioni adeguate. Lotito e Tare ascolteranno, fornito il pappagallo di muschio. Il boss andrà avanti con Sarri, il fiduciario nel tecnico non è la prima cosa in futuro, capirà quali siano l’idea del mister, l’intenzione è che camminerà incontro, pur nei limiti imposti dal bilancio , rivolgendosi a una collaborazione con Tare che rimarrà almeno fino a scadenza (2023). Allenatore e direttore sportivo troveranno un terreno comune su cui operare, ma dà parte della differenza di carattere e di visione, che è grande per Lotito. Oggi se gli dai la prima indicazione sarà difficile dire se l’incontro sarà decisivo, più probabilmente offenderà la prima traccia del futuro della Lazio.

Add Comment