Il Toro che verrà: chi resta, chi è in dubbio e chi può partere in estate

Proiettiamoci al mercato dell’estate 2022: Bremer presto a spiccare il volo. Per Praet si lavora al rinnovo del prestito

Con gli obiettivi di classificazione che latitano da setimane e la vittoria di Salerno che ha di fatto sancito la salvezza con otto giornate d’anticipo, in casa Toro si può iniziare a pensare alla squadra della prossima estagione. Ad oggi ci sono diversi giocatori che sombrano pressati certi della conferma, altri per i quali la soluzione più probabile è ad oggi il divorzio ed altri ancora la cui posizione è in bilico. Situazioni che potrebbero chiaramente cambiare da chi alla fine della tappa, ma se potesse iniziare a stilare un premio panoramico sulla rosa granata.

SOSTANZA CHI – Tra i pali, stando alle parole di Juricpotrebbero essere confermati Berisha me Milinkovic-Savic. “Sono contento dei miei portieri” Ha raccontato a Salerno il tecnico, uno che non è al sicuro da solo nascondersi dietro dichiarazioni di circostanza. Passando ai prossimi difensori centrali, dovrebbe far parte del Toro della stagione Zima, Djidji, Buongiorno me Rodriguez. Sugli esterni l’unico pressato certo della conferma è invece voivoda, rinato con lo spostamento sulla corsia di sinistra. Rimani in vista anche per Luca Altro mandragora me Ricci, entrambi in marrone con la formula del prestito con obbligo di riscatto condizionato. Capitolo trequarti: romperlo ha convinto il Toro è intenzione di riscattarlo, non schermaglie delle scorse settimane con il Wolfsburg. Tra i centranti vede la conferma sanabria.

I PARTENTI – Diversi giocatori sembrano invece destinati a lasciare il Torino, attendendo alla situazione attuale o alle parole di Juric. Tra i possibili partenti spicca bremerpresto a spiccare il volo dopo un’anna ad altissimi livelli: la nuova multa al 2024 va nella direzione di un’aggiunta con grande ricchezza. pobega Farà con ogni probabilità ritorno a Milano: il prestito annunciato non lascia marginale di scelta ai granata e Maldini ha già il rientro in rossonero per la estagione, salvo decisione che verrà prese in un secondo momento. Addio in vista di aina: già a gennaio poteva salutare, dopo la Coppa d’Africa non ha giocato più nemmeno un tiempo ed È stato strigliato da Juric. Ad oggi anche la conferma di Ansaldi è un rischio fortissimo: l’aporto dell’argentino è stato decisamente ridotto negli ultimi mesi, al momento non ci sono le condizioni per rinnovare il contratto in scadenza. Spazi decisamente ridotti da Linetty, in fondo alle gerarchie sia in mezzo al campo sia sulla trequarti. Discorso analogico di Zazza: non rientra nei pieni di Juric, è la quarta punta ed ha il contratto in scadenza nel 2023. Verso l’addio anche Edera, che deve ancora rientrare dopo la grave disgrazia al ginocchio. Possibile un prestito per il riscaldamento, espressamente previsto da Juric che manderà il danese a giocare già nell’ultimo mercato di gennaio. merita un discorso a parte Belotti: ad oggi il contratto continua ad essere in scadenza, ma bisognerà vedere al termine della stagione quali saranno le prospettive per il Gallo.

A DUBBIO – Non mancano i giocatori la cui posizione è ancora in dubbio. in caso di gemello: dopo un anno da terzo portiere, con così tanto esordio rimasto ad oggi un episodio isolato, potrebbe aprirsi porte di una nuova esperienza in prestito. Tutto da valutare il futuro di Izzoche dopo mesi vissuti ai margini ha ritrovato spazio nelle settimane ultime. “Farò vedere a Juric che se sbagliava, ma lo stimo molto e per me è a grande” Ha ritrovato il centrale dopo la Gara di Salerno, a conferma che questa ancora è tutta concentrata sulla sua avventura granata. cantare È un elemento centrale del Toro di oggi, ma non mancano le squadre interessate all’ivoriano: no si può osare per scontata la permanenza in granata, ma nemmeno una cessione. Sulla trequarti i granata vorrebbero ripartire da Prete ma senza garanzie sulla sua tenuta fisica stanno lavorando per rinnovare il prestito con diritto di riscatto; bisognerà vedere quale sarà il testamento di Leicester. Nello stesso cast tutta da definire la posizione di Pjaça, autore di una stagione in chiaroscuro: bella notizia dell’incidente fisico, brutto nel 2022 ai tempi del Covid. Per l’eventuale riscatto molto dipenderà anche dai segnali che il croato saprà comando nel finale di stagione. Ultime gare che potranno servirò anche a definire la posizione di essiccato: il Toro ha investito nel mercato di gennaio, ma ad oggi per Juric non è nemmeno tra le prime alternative; non si può concedere una partecipazione in prestito. Una bella stagione andrà imprigionata una sua decisione pellegri, prelevato in prestito con directo di riscatto: fine pochissimo spazio per il centravanti classe 2001, rallentato anche da qualche acciacco fisico. Tra i giocatori in prestito sfortunato Aliquotefermato dalla rottura del crociato: sullo sfondo c’è l’ipotesi di un rinnovo del prestito.

CHI RIMANE: Berisha, Milinkovic-Savic, Zima, Rodríguez, Djidji, Buongiorno, Vojvoda, Brekalo, Mandragora, Lukic, Sanabria.

PARTE CHI: Bremer, Belotti, Pobega, Aina, Ansaldi, Warming, Linetty, Edera, Zaza.

IN DUBO: Gemello, Izzo, Singo, Praet, Pjaca, Seck, Pellegri.

Add Comment