MotoGP 2022. GP delle Americhe ad Austin, Zarco porta la Ducati al primo posto in Fp2 – MotoGP

La moto del pilota Pramac è davanti ad un’altra GP22, quella di Jack Miller e la Yamaha di Fabio Quartararo. Bene Enea Bastianini, quarto. Altri italiani: Nono Pecco Bagnaia, 14° Luca Marini, 15° Andrea Dovizioso, 18° Fabio Di Giannantonio, 19° Marco Bezzecchi, 21° Franco Morbidelli

8 aprile 2022

UNustin – Se la temperatura sale, c’è un po’ più di vento, si abbassano i tempi. La moto continua muoversi moltissimoInoltre, la sensazione generale è che ci siano meno cambiamenti “frequenti” e meno fastidi.

La classifica finale delle FP2 (e della combinazione) premia i ducatiAd oggi sono 11 Johann Zarco (1°), Jack Miller (2°), Enea Bastianini (4°), Pecco Bagnaia (9°), Jorge Martin (10°). Insonne, un risultato di marca più positivo, anche la distanza più efficace è – dalla prima analisi – Alex Rins, quinto con la Suzuki (a 0”488) senza aver fatto l’attacco finale al tempo. Alex ha continuato a girare con l’anteriore duro e il dietro morbido, ottenendo insieme parecchi giri veloci, come peraltro aveva fatto nelle FP1. In crescita anche il compagno di squadra Joan Mir, ottavo (a 0”601). La Suzuki, quindi, è competitiva, ma è anche la Ducati.

Quartararo terzo, passo avanti di Dovizioso

nordfine, con un dei suoi colpi di scena, Fabio Quartararo Yamaha ha regalato la regolazione del terzo palo (0”295), con il campione del mondo discretamente efficace – ma non volutamente – anche a distanza.

Vieni passo, Andrea Dovizioso È vicino a lui per tutto il turno, por poi regresere en 15esima posizione quando è stata montata una coppia di soffici. Il giro secco non è mai stata una especialità del Dovi – nemmeno ai tempi della Ducati – ma in questa sessione e progressi ci sono stati: con le gomme usete, la Difference with Quartararo è di un paio di decimi. Inaspettatamente in difficoltà Franco Morbidellisolo 21esimo e velocissimo.

Marquez cugino Honda

UNtorno dopo due gare, Marc Marquez continua a lavorare sul referendum di Casa Honda: è sesto in meno di mezzo secondo (0”499), mentre Pol Espargarò è 12°. È vero che questa pista Marc fa una grande differenza, ma Espargaro – e, naturalmente, gli altri piloti Honda, ancora più indietro – deve essere frustrante vedere Marquez così veloce. Anche nelle FP2 se vedi la RC213V di Marc, sembra molto diverso, ma sta mettendo a dieta tutte le sue prestazioni e il suo supporto: anche la sua distanza è efficace.

Vinales anchor davanti ad A. Espargaró

l‘Aprilia ha chiuso Settima con Maverick Vinales e 11a truffa Aleix Espargarò: visto che ha avuto successo anche nelle FP1, Maverick è stato sempre davanti al compagno di squadra, fin adesso più agio suo agio su questo tracciato, dove nel 2021 Aleix era scaduto cinque volte. Nel complesso l’Aprilia ha mostrato un buon potenziale, però il costo e la superiorità dell’Argentina non si seminano.

KTM in difficoltà

la Casa più in difficoltà, perlomeno in piedi alla classifica, è la KTM, 13° con Brad Binder ed in fondo alla classifica con gli altri piloti. Ovviamente c’è qualcosa che non funziona ancora bene.

Add Comment