Disastro Vettel, Krack: “Dobbiamo capire che mezzo gli stiamo dando” – F1 Piloti – Formula 1

Il fine settimana di Melbourne è lo stato per Sebastian Vettel una specie di lungo incubo ad occhi aperti. Il quattro volte iridato ha un problema tecnico in PL1, ma non potrebbe salire in pista in PL2, se è schiantato in PL3, ha appena fatto un tempo in qualifica in fine, in gara ha ha fatto una prova e se è schiantato contro un muretto. Un cast che viene prima testa di serie si adatta a un cartone animato in cui il capitano prosegue con l’avventura al primo protagonista che interpreta il terzo pilota con il maggior numero di GP vinti nella storia della F1. Il weekend australiano è la prima volta in afflizione di Vettel, che ha saltato il trasferimento di Sakhir e Gedda a causa del Covid.

Secondo il direttore del team Aston Martin, Mike Krak, il problema di Vettel non è che imputabile alla poca esperienza maturata al volante dell’AMR22. Il boss della scuderia di Silverstone è convinto che la squadra non possieda le qualità che hanno conquistato per più campioni del mondo. Piuttosto, sul banco degli imputati c’è la monoposto: «So che si mangia lui, un quattro volte campione del mondo, ha tutti questi problemi, questo non è dovuto al fatto di non aver guidato, perché lui l’ha già guidata questa macchina. Quello che davvero abbiamo bisogno di guardiano è che macchina gli fornisce, che feedback riceve dalla macchina – ha sottolineato Krack – Guardalo, usa la pista appena gira perché è successo che questa bella settimana non è normale. Non credo che questo sia legato al fatto che ha jumpato due gare. In vettore è venuta più volte a Melbourne, sa com’è la pista“.

“Ha fatto prova con la macchina alcuni – ha aggiunto ancora il numero uno del muretto verde – quindi pensato che sarebbe davvero troppo facile dire che [è successo] perché non era lì per dovuta fine settetimana. Ma con un pilota di quella classe, abbiamo davvero bisogno di controllare quali strumenti gli stiamo dando“. Purtroppo all’orizzonte una soluzione, per l’unica scuderia en classifica anchor a secco di punti, non sembra esserci. “Devi avere una macchina veloce, non devi fare errori e devi avere buoni piloti. Tutto questo pacchetto non c’è al momento – ha concluso Krack – quindi dobbiamo davvero lavorare sodo per arrivare. Non c’è una bacchetta magica“.

PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE

Add Comment