La bestia e la bestia: che domenica italiano per i motori

Se ho dormito e se mi sveglio meglio c’è un motivo che determina la gioia. È in calcio che Domenica ha vinto la squadra che se tifa, ecco, c’è gente che ci campa di rendita fine al mercoledì, persino al giovedì. Ti svolta la setima. La domenica dei motori, per gli appassionati italiani è esattamente in quell’indirizzo. Svegliarsi con la vittoria della Ferrari di Leclerc Andrò a dormire con la vittoria di Bastianini sulla sua Ducati del team Gresini, passando per la vittoria della Ducati con Battista in Superbike ad Aragon, per la vittoria di Tony Arbolino in Moto2, sul podio migno me Foggia in Moto3 e la seconda vittoria consecutiva che ho dato Petrucci i suoi ducati nella superbike americana, è stato un enorme privilegio. Anche per Sky Sport che ha rccontte tutte.

Bisogna proprio vederla brutta per lamentarsi che non ci sia più Rossi. C’è stato, è stato bello guardalo! Bisognerebbe saper essere grati anche per quello che c’è stato prima. Poi ci sarà invece chi si lamenta perché Bagnaia non ha vinto come ci si aspettava. Vero, ma se cercherò sempre di trattenerlo, andrò avanti, cogliendo il bellissimo ambiente circostante. Che è molto. Veniamo da una domenica italiana dei motori di quelle in cui gonfiare le piume.

Siamo creativi, tecnicamente capaci, veloci, industrialmente vincenti. Segnali insomma che indicano un futuro plausibile, anche per i più giovani. Le difficoltà fanno parte del gioco e forse anche un po’ della nostra cultura. Scomodando il paragone con un’entità oggettivamente privilegiata, possiamo dire che per lui è difficile vivere la propria bagnaia Vicino a Capire la Ducati 2022 e que ne ha passate un tidal la ferrari Negli anni scorsi, quando era congelata, l’impossibilità tecnica di dire quello che dice oggi. Ma, è nostra l’aprilia di Argentina, è il nostro ferrariSiamo noi Ducati di Austin e Aragona.

poi Ho visto che la Ducati è stanca; ok, l’azionista lo è (gruppo Audi/Volkswagen), ma a Bologna non c’è un’idea o una professionalità che non siano Misto fine italiano. Il che fa tutta la differenza nel mondo. ferrari me Ducati sono vicino di casa, aprilia è confinante, un’ora di macchina. Ovviamente sono un fan della mia attività, vendo contenuti emozionali per prodotti meccanizzati. Una Ferrari, o una Ducati, ma anche un’Aprilia o una Lamborghini, è puoi (benedetto te) L’ho comprato ma ho sognato la notte e non pensavo lo servissi. La Formula 1 pace di quest’anno e questa bellissima MotoGP sono la vetrina di un mercato d’eccellenza. Che non varrebbero poi granché se non ci fossero degli esseri umani dietro ai mezzi e sopra ai mezzi. In questo caso e i simboli sono un monegasco che chiama la sua macchina “The Beast” e un riminese che tutti chiamano “Beast”.

Add Comment