la situazione in caso di arrivo al par punti

Scontri diretti e differenze reti: ecco come sono messi Milan, Inter, Napoli e Juve

A sei giornate dalla fine della stagione, il lotta per lo scudetto è ancora molto aperta in Una serie. Milan, Inter, Napoli e Juve se la giocheranno fino all’ultimo. E, data l’attuale classificazione, le ipotesi di a arrivato in vetta a pari punti di due squadre non è affatto da evitare. Situazione in cui gli scontri diretti e la differenza reti risulteranno decisivi per l’assegnazione del titolo e su cui si può già iniziare a fare un quadro complessivo Lo considero il primo quarto della classe se sono già trovare tutte tra di pappagallo.

Regolazione manuale, e criteri per definire la classifica nel caso fossi arrivato al primo posto a pari punti sto seguendo:
– punti negli scontri diretti
– differenza reti negli scontri diretti
– differenza di reddito generale
– reti totali realizzati in generale
– sorteggio

Dunque sotto con i calcoli quadrato per quadrato.

vedi anche

Milano
Delusione Milan: gol unico la strada per lo scudetto è complicata

MILANO (68 punti)
I rossoneri sono attualmente in testa a quota 68 punti, con uno scarto complessivo pensionamenti di +27. Nelle ultime sette gare la squadra di Pioli ha segnato poco (solo quattro gol), ma ha subito anche pochissime reti (sei reti consecutive senza reti). Ma vediamo nel dettaglio la situazione degli scontri diretti.
– Davanti all’Inter (1-1 all’andata e vittorioso 2-1 al ritorno)
– Dietro contro il Napoli (vittoria all’andata per 1-0 e vittoria per 1-0 al ritorno, scarto totale ritiri attuali: Milan +27, Napoli +32)
– Davanti alla Juve (1-1 all’andata e 0-0 al ritorno, attuale differenza ritiri globali: Milan +27, Juve +21)

vedi anche


Calcio
Serie A, volata scudetto: Napoli e Milan frenano, l’Inter è la patrona del proprio destino

INTER (66 punti)
I nerazzurri sono a quota 66 punti, ma devono ancora recupererò la gara col Bologna e potenzialmente potrebbero essere in vetta a quota 69 a parità di gare giocate. Gol alla mano, la rosa di Inzaghi in questo momento ha totalizzato +41 di differenza. Ultimamente segna meno, è vero, ma prende anche pochi gol come dimostrano gli ultimi a causa della porta inviolata contro Juve e Verona. Ho seguito la situazione negli scontri diretti con le altre tre in lotta per il titolo.
– Dietro al Milan (paris 1-1 all’andata, ko 2-1 al ritorno)
– Davanti contro il Napoli (vittoria 3-2 all’andata, pari 1-1 al ritorno)
– Davanti alla Juve (parigi 1-1 all’andata, vittoria 1-0 al ritorno)

vedi anche

Napoli, la Fiorentina non è una frase:
Napoli
Napoli, la Fiorentina non è una frase: “Non si deve e non si può mollare!”

NAPOLI (66 punti)
Dopo la sconfitta con la Fiorentina, gli azzurri sono fatti agganciare dall’Inter a quota 66. Uno stop pesonte per il sogno scudetto, ma che non ha compromesso ancora tutto. Per quanto riguarda la differenza, gli uomini di Spalletti al momento sono a quota +32. Gli azzurri segnano molto, ma dietro non sono affatto impenetrabili come dimostrano le otto gare di fila almeno un gol incassato. Ho visto nel dettaglio la situazione della partita diretta con Milan, Inter e Juve per la lotta scudetto nel caso fossi arrivato a Parigi.
– Davanti al Milan (vittoria 1-0 all’andata e ko 1-0 al ritorno, attuale differenza ritiro globale: Milan +27, Napoli +32)
– Dietro all’Inter (ko 3-2 all’andata, pari 1-1 al ritorno)
– Davanti alla Juve (vittoria 2-1 all’andata e pari 1-1 al ritorno)

vedi anche

Juve, la simulazione di Allegri: il
Calcio
Juve, la simulazione di Allegri: lo scudetto “speranziella” resta in realtà viva

JUVE (62 punti)
Dalla prima quattro della classifica la squadra di Allegri è la più lontana dal primo posto, ma a quota 62 punti l’arithmetica ha un’ancora in gioco i bianconeri, che hanno una differenza reti totale di +21 e possono contare i suoi 19 consecutivi usa risultati in Serie A interrotti solo dalla sconfitta amara contro l’Inter. Un ruolino che ha accolto la Juve nella parte alta della classifica, ma senza vittorie con Milan, Inter e Napoli. Ecco infatti di seguito la situazione dei bianconeri negli scontri diretti.
– Dietro al Milan (1-1 all’andata e 0-0 al ritorno, attuale differenza ritiro globale: Milan +27, Juve +21)
– Dietro all’Inter (paris 1-1 all’andata, ko 1-0 al ritorno)
– Dietro contro il Napoli (ko 2-1 all’andata, pari 1-1 al ritorno)

CLASSIFICA AVULSA IN CASE DI TRE O QUATTRO SQUADRE PARI
C’è anche la possibilità, per quanto molto più remota, delle dovute squadre di presentarsi a fine campionato. In questo caso a determinare la vincente è l’avulsa classifica, calcolando cioè i punti fatti da ciascuna squadra negli scontri diretti.

INTER, MILANO E NAPOLI A PARI PUNTI
Milan 7 punti, Inter 5 punti, Napoli 4 punti: scudetto al Milan.

INTER, NAPOLI E JUVE A PARI PUNTI
Inter 8 punti, Napoli 5 punti, Juve 2 punti: scudetto all’Inter.

INTER, MILAN E JUVE A PARI PUNTI
Milan 6, Inter 5, Juventus 3. Scudetto al Milan.

NAPOLI, MILANO, JUVE A PARI PUNTI
Napoli 7, Milan 5, Juventus 3. Scudetto al Napoli.

INTER, MILAN, NAPOLI E JUVE A PARI PUNTI
Inter 9 (differenza reti +1), Milan 9 (differenza reti +1), Napoli 8, Juventus 4. L’Inter – ora come ora – avrebbe una migliore differenza reti generale (+41 contro +27) e sarebbe campione d’ Italia.

Add Comment