Pallavolo B2 femminile. La Traina non si ferma più: battuto il Seizure e terzo posto in classifica corazzato – il Fatto Nisseno

Con il benestare dei grandi campioni, TRAINA SRL continua la serie di vittorie consecutive che sancisce la matematica certezza della terza posizione nel Girone P della serie B2 grazie a tutte le vittorie nette della Commissione.

Al palaCannizzaro si sono affrontate due squadre con posizioni di conquistare punti tutte con la necessità di classifica: il padrone di casa per chiudere il campionato senza rimpianti e gli ospiti per raggiungere la diversità mat salvezza ancora in Discussione.

Alla fine ha prevalso la determinazione del nissene mentre c’è stato un po’ di uso della Confisca che nel suo DNA ha sempre scongiurato la grinta e il coraggio, qualità che un po’ mancate nella gara di Sabato.

Le ragazze del duo Scollo/Gotte hanno in pratica dominato l’incontro, e non dovrebbero ingerire il punto del primo parziale, appena 10/20 il tentativo di rimontare il commissario nel punto decisivo del parziale se fosse stato rivelato velleitario in breve tempo risposta delle nissène.

Per il resto, purificando un pallavolo al “piccolo trotto”, TRAINA SRL ha giostrato il match a proprio piacimento mostrando a tratti anche belle trame di gioco.

Poco si aggiunge alla cronaca della gara con una sublineatura di Jennifer D’Antoni, capocannoniere, e per la buona tenuta in ricezione e difesa di Tilaro e Alessia Angilletta (con l’ultima che ha mantenuto la promessa di chiudere la gara in due figure fatte al presidente Sergio Montagnino prima dell’incontro).

Ha confermato di essere arrivato dall’altra parte con Sara Gervasi ancorata in prima e seconda linea, e la costante crescita delle prestazioni di Valeria La Mattina e Diana Ferraloro sempre più propositiva nel difficile quartiere di centrale.

His Noemi Spena abbiamo esaurito tutti gli aggettivi ma la sua crescita sul piano fisico e la ritrovata capacità difensiva sono la controprova della voglia e dell’enthusiasmo que esta mettendo in questa stagione in coincidenza con il “ritorno a casa” dopo due anni di stop dai campi say joco

Buoni anche gli incassi di Carla Pagano, Milly Apruti e Gabriella Milazzo e un pensiero particolare va alle assenti: Alessandra Erba (per lei stagione probabilmente finita) e Chiara Angilletta (blocco durante la farcitura del venerdì dal “colpo della strega”).

Nella casa di Ragusa, lo stato d’animo si è manifestato durante l’intervista al microfono di Vincenzo Di Maria da Giacomo Tandurella, il secondo curatore della Commissione, che si è preso il delirio per un servizio e una cura non coerenti con tanta formazione. per la salvezza

Ma come sempre nello sport è difficile stabilire la linea di demarcazione tra i pregi di una squadra ei demeriti dell’altra.

In classifica dopo il recupero della seconda giornata di ritorno in vetta nulla è exchangeo con Caffè Trinca sempre più alla B1 e il Marsala, secondo, che deve anchore si le spalle dalla TRAINA, sorniona al terzo posto a due punti.

Questi i dettagli del contest di sabato 9 aprile al PalaCannizzaro:

TRAINA SRL – AGRIACANO COMISO 3 – 0 (25/22; 25/15; 25/16)

TRINA Albaverde: Gervasi 11, Ferraloro 6, D’Antoni 16, Apruti, Spena (K) 4, Angilletta A. 11, Milazzo, La Mattina 8. Tilaro (L1), Pagano (L2). NE Angilletta C. All. Scollo-Montagnino

Comiso: Nicosia, Iapichino, Marino, Chiarandà, Lucescul, Gabriele, Gambini (K), Guccione (L1), NE Licata, Scollo (L2). Tutti. Marchisciana – Tandurella

Arbitri: Paolo Pirronitto e Gabriele Galletti del Catania

Add Comment