Ricorso Bologna-Inter, i nerazzurri ci credono per due motivi. “Ma c’è un rischio politico”

Mercoledì 27 aprile dovrebbe giocarsi Bologna-Inter, a meno che il Collegio di Garanzia dello Sport del Coni accolga il ricorso dell’Inter

Mercoledì 27 aprile dovrebbe giocare Bologna-Inter, a meno che il Collegio di Garanzia dello Sport del Coni non si accordi con il Ricorso dell’Inter contro la decisione del Giudice Sportivo e della Corte Sportiva d’Appello della FIGC. Secondo a La Gazzetta dello Sport, il suggerimento di allegare il ricorso non è sfregiato:Tutti i precedenti che il match si giocherà, ma l’Inter ci crede per due motive (non il famoso different messa online dagli emiliani, bensì il raggiungere claim e la ‘strana’ list dei contatti stretti) che differenziano il behavior del Bologna dalle Another la squadra non ha potuto usare il proiettile a causa di un focolaio. L’annuncio di Angelo Capellini, che ha operato in collaborazione a distanza con il Collegio di Garanzia, fonda la propria tesi sul fatto che Bologna a suo tempo non ha fatto il preannuncio della pretesa sulla presente pretesa. È causa di forza maggiore che ti impedisce di giocare, andare dal Giudice ad invocarlo. Atto che il Bologna – a Difference di tutti i club trovatisi nella stessa situazione, anche nella stagione scorsa – non ha mai depositato”spiega poi il quotidiano.

L’Inter, dunque, ha la possibilità di arrivare 3-0 contro il Tavolino e il Verdetto atteso tra mercoledì e giovedì. L’ipotesi più probabile sottrae la bocciatura del ricorso, anche perché ci sarebbe un rischio politico. Era infatti alla fine del maggio l’Inter vincesse lo scudetto con un vantaggio punto e il 3-0 a tavolino risultasse dun que decisivo, le polemiche diverse infinite. Quello del Collegio di Garanzia del Coni non è che un tribunale più strutturato rispetto a quelli dei primi due gradi. E l’Inter confida che possa valutare in modo più approfondito tutti gli elementi”la chiosa della Gazzetta.

Add Comment