Caso CR7, la madre del ragazzo attacca: “Dovremmo trovarlo da solo perchè è lui? Mio figlio non vuole vedere”

La signora Sarah ha sentito la sua reazione all’invito via social da parte di Cristiano Ronaldo, che si trova in uno stato non accettato: suo figlio non ha avuto alcuna intenzione di contrare il portoghese dopo tanto quanto è venuto a Goodison Park.

Nel caso Cristiano Ronaldo continua una vocifera (e sarebbe strano altrimenti). Il ragazzo calciatore del Manchester United, furioso per la sconfitta dei Red Devils contro l’Everton, a fine match ha rotto il telefono di un tifone Toffee, un autistico di 14 anni di nome Jake, Il cinque volte Pallone d’Oro sì Lui è scusato per il suo avvenuto e ha invitato il suo ragazzo e la sua famiglia all’Old Trafford, ma sembra che la riconciliazione non avvenga. Almeno sentirò la parole di Sarah, la madre di Jake, che ha fatto sapere che l’invito è stato accettato e che suo figlio non ha avuto alcuna intenzione di ritrovare il portoghese.

SCUSATEVI – La signora Sarah ha condiviso la sua reazione all’invito via social di Cristiano Ronaldo al microfono da SkyNews: “Non ho nulla da dirgli. Perché dovrei andare a Old Trafford? Perché noi blues dovrei visitare a suo rosso? parte sulla sportività, quando poi fai una cosa del genere a un ragazzino di 14 anni. Quella non è per nulla sportività”.

UN FAVORE – Ma non basta, perchè come ha raccontato al eco di Liverpool, È anche una questione di principio. “La United ha gestito molto male la domanda e l’ha peggiorata per ricucirla. Ma lo vedo, so di aver aggredito Jake qualche uccello per strada e perché sono stato invitato a cena, noi non ci saremmo eati perchè farlo solo è Cristiano. Ronaldo? Sembra quasi che gli dobbiamo un favore, mi dispiace ma non è così. no mie. Alla fine lui è l’unica che conta, questa storia ha colpito più lui di me, who decide lui e deciso che non ci vuole andare” . E la polemica, ovviamente, continua…

Add Comment