MotoGP, Zarco sulla Ducati: “Molto difficile da sfruttare”

ROMA-Questa Ducati è fantastica e ha un grande potenziale, ma purtroppo è molto difficile da sfruttare. Ancora non ho trovato la chiave per farlo. Oh, la capacità di camminare molto veloce, lo so che non ha la mia età, allora la mia costa mi guiderà“. Johann Zarco spiega così il rapporto con la moto Ducati, a vero bolide ma non la moto più facile da quelle tra quelle in pista. Il pilota del team Pramac, durante la presentazione del Gran Premio di Francia MotoGP, ha spiegato così alcune delle difficoltà in sedia alla GP22.

Parola di Zarco

Giunti alle porte della quinta tappa della motogple Ducati motorizzate possono dirsi soddisfatte a metà: tre podi, dovuta firma del pilota dai Pramac (Zarco in Indonesia e Martin in Argentina). La classifica racconta però di Enea Bastianini, leader mondiale con la GP21, la versione precedente dell’attuale Desmosedici. Le moto simili, ma ci sono alcune differenze che Zarco spiega così: “Il mio adatto sempre meglio alla Ducati. Quest’anno ci siamo migliorati nelle aree in cui perdevo tempo, specie in frenata. Voglio poter portare la moto dove voglioSe necessario cambierò le traiettorie, gestirò le gomme: sono tutte chiavi che ti aiutano a capire meglio la moto“. Tutte cose che ora Zarco non è in grado di fare con la GP22, che deve anchor rivelare tutto il suo potenziale.

Add Comment