Roma, la mossa di Mourinho che ha sorpreso il Bodo

Roma“Sono sicuro, la Roma andrà in semifinale”. perché Giuseppe Mourinho al termine della gara d’andata. Non dopo una stravinta partita e che dava certezza della qualificazione, ma dopo una sconfitta per 2-1 e el secondo ko contro il Bodo. Ma questo è lo Special One, Il tecnico con i titoli del mondo è in grado di passare subito alla triplice fila, avviando all’improvviso la preparazione alla gara di ritorno. Venire? Con queste dichiarazioni che hanno accesso alla speranza dei tifosi e non hanno dati un segno importante alla squadra: guai a non crederci ea non dare tutto in partita. Ma al tempo stesso guai a sottovalutare ancora l’avversario.

Mosse di Mourinho Nella sua preparazione alla partita hanno consegnato la vittoria ancor prima di cominciarla. Strategia comunicativa, tattica, la mossa per sorprendere e la massima concentrazione. Lo Special One ha preso il suo aspetto, ha studiato la parte più importante del palco facendolo sua in cinque minuti.

salva la galleria

Roma-Bodo, la coreografia del Sud: spettacolo all’Olimpico

Strategia di comunicazione. Abbassare i toni Sullo ha ritrovato mister Knutsen e mister Nuno Santos, senza parlare a Trigoria con i giocatori ma mantenendo la concentrazione solo sul campo. Come detto, la comunicazione post Bodo-Roma, con la sicurezza di passare il turno trasmesso al gruppo, ma anche di fronte se mi sentirò con la squadra per evitare cali di tensione e non sottovalutare più l’avversario. Anche nella conferenza stampa Mourinho è stato stato chiaro: Rispetto per il Bodo ma non paura. Era sicuro di passare perché conosce la forza di questo gruppo, soprattutto nelle partite importanti come quella di ieri.

La mossa geniale è stata quella di inserire Zaniolo. Una vera e propria sorpresa. Dopo le due panchine il talento giallorosso è twister titolo e ha spaccato la partita con la sua tripletta. La strategia di Mourinho in gran segreto, ha avuto agli nascosti la sua scelta di formazione fin ultimi minuti dal fischio d’inzio del match e ha portato a casa la partita dopo appena cinque minuti. Il gol di Abraham ha regalato il respinto di Zaniolo, perché ha portato via il talento giallorosso che ha caricato dall’amarezza per le panchine nel derby e contro la Salernitana ha svoltato la partita e probabilmente anche la sua stagione.

Mourinho ha schierato una squadra sempre aggressiva Sui portatori di palla avversari ma non solo, ha chiuso le linee di passaggio, ha alzato il baricentro fin dal primo minuto, facendo improvvisamente capire al Bodo la sua stessa intenzione. Pressando alto, Mkhitaryan “tuttocampista”, Cristante ancora a volta le chiavi da centrocampo. Poi tante verticalizzazioni tra filtranti e lanci lunghi che hanno permesso alla Roma di essere devastante. L’effetto Mourinho sui tifosi chiaramente è un altro aspetto della vittoria nel portare lo Special One nella capitale. Oltre 60mila spettatori contro la Salernitana, quattro giorni fa contro il Bodo. Pubblico magnifico, atmosfera brividi. Alla faccia di chi gli dava del panino, Mourinho è sempre Special.

salva la galleria

Roma da urlo: la tripletta di Zaniolo travolge Mourinho in semifinale

Maglia Abraham: scopri l’offerta

Add Comment